Dolci note

Dolci note
s'odono nella notte.
Lontane come cornamuse,
allettano lo spirito.
E nel groviglio d'illusioni
spaziano nella penombra.
S'odono sospiri
che arrivano dritti all'anima.
Conquistano lo spazio,
lasciando la notte 
intontita dalle note nel vento.
E un grillo s'accorda 
sotto una foglia di fico
caduta per caso
sul rude terreno.
Non ci sono violini né flauti maestri,
ma tutto risuona di sereni concerti.
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)
03-09-2012 Massa V. Massimo I sospiri del silenzio, i suoni della notte... che riecheggiano come accordi soavi di un concerto perfetto, un concerto che sempre si rinnova ed ha il potere di infondere calore ed armonia nei cuori sensibili.
Brava Marina