Le porte della libertà

Gioco di sensi
scoperti.
Inerti montagne
di desideri
arrampicati sul futuro.
Muro di sogni
di un bisogno reale,
di porte su villaggi
e colorate città.
Al di là dello schermo
di infiammati pensieri,
nuvole nere,
azzurre parole
di giorni erranti
su isole  scomparse,
rosicchiano i fogli
di inerti inchiostri cosparsi.
Arso dal riflesso
di antichi specchi,
vecchie immagini
di orme leggere
su oscure sabbie
e candida neve,
consumo occhi e anima.
Animali e genti fuggono,
si fermano,
ritornano.
A distanza mi guardano,
occhi negli occhi,
stelle tra le stelle,
spazio fuori dallo spazio,
libertà dentro la libertà.
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)

Pubblicata il 16-09-2012

Numero visite: 907


Commento dell'autore

Guardando un programma
di viaggi...
Ricordando tutti i vagabondaggi
nel mondo...
Sognando di ritornarci
un giorno...