Tasche piene: iperstima, ipocrisia e giudizi bendati

Se sali su una scala di due gradini
puoi crederti anche dio,
ma i tasti di un sassofono sono molti
e tante le emozioni che si strozzano nell’obiettivo...
per non parlare del flash
che irrita gli occhi e imprigiona le anime
legate con un soffio di vento all’albero maestro dell’ego...

Si vive sempre due spanne sopra a dio
dimenticandosi il resto che la commessa
conta minuziosamente e elargisce con un sorriso...

Per essere sintetici si potrebbe dire
che i peli sulla lingua suscitano il giusto disgusto,
e a ben pensarci le lumache sbavano su qualsiasi
superficie non rendendo giustizia al selvaggio fiore di campo.
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)

Pubblicata il 16-11-2012

Conferita menzione del giorno

Numero visite: 782


Commento dell'autore