S'io sono qui

S'io sono quì, e non ricordo più
d'altri posti senza te, è perché semplicemente
t'amo.

Dopo l'eterno inseguirsi in un cerchio
in tempi in cui le mani frugavano altrove
per dirimere il nulla.

Ti aspettavo anima mia in quella guerra
mai dichiarata che mi toglieva e spogliava
d'ogni cosa senza mettermi mai a nudo.

Ho ritrovato te tra le mie macerie
risorto a nuova vita ed oggi intorno a noi
infiniti mari a naufragar d'immenso 
i nostri cuori.

Innamorato mi lascio levigare
dallo scorrere di un tempo immobile.

Il sole illuminava un sasso ed io pietra bollente
arsa dal sole bruciavo senza te
senza vedere luce.

Sei la mia fonte la mia riva
una freschezza di brezza marina
brina ed io il tuo fiore mai colto.

Sedevo sui pochi resti di una lunga vita
assente indolente osservavo il mare
come ad aspettarti sentivo le sue onde
e le mie navigare insieme
verso una terra brumosa mia inaspettata speranza.

Sognavo di lambire vergini terre lontane.
Di notte d'estate sognavo nella fugace 
luce fioca di mille lucciole danzanti 
il tuo nome e d'inverno ascoltavo il ticchettio 
della fredda pioggia sul tetto a ubriacarmi 
i pensieri vuoti senza te.

Sognavo un'isola su cui porre riparo
al mio affanno.
M'attrasse fluttuante nido
sul travagliato cielo marino la tua terra erbosa
in cui affondai radici al primo passo
precipitandomi nell'assoluto sentire
dei tuoi profumi che furono carezze.

Urlo il mio incanto al mondo finalmente libero.
Ad ogni passo dentro te il cuore è trafitto
da autentico amore e sanguino 
finalmente sanguino sicuro che il tuo sangue
nel mio sangue fluirà in eterno
come energia di un sole e noi isole
finalmente insieme in un solo battito d'ali
del cuore.
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)
26-01-2013 Trabanelli Silvana Bel lessico poetico,versi intensi di sofferenza e amore.
''''Innamorato mi lascio levigare
dallo scorrere di un tempo immobile.'''''
Questo verso mi piace molto.

16-06-2012 Gentile Anima Bellissime parole...
Complimenti!

Pubblicata il 08-05-2012

Numero visite: 555


Commento dell'autore