Se solo riuscissi

Se solo riuscissi 
a spegnere
il rumore atono dell'infinito
che si fa vento... 
e sfoglia
fiori di ciliegio nei ricordi...
non ti ritroverei ancora
in un abbraccio 
trattenuto tra cuore e ventre...
come confine spezzato...
dove sei vita da proteggere
oltre il dolore...
in quel che resta 
di una coperta cucita 
con il filo dei tuoi respiri.

Non cambierei nulla
di ciò che ho amato
amando te...
quando contava solo 
ch'io fossi intinta di tenerezza...
per dipingere quarti di luna
sulla tua bocca
e berti lentamente...
sorseggiando 
pennellate celesti
in ogni bacio...
che sigillava gli ultimi fiati
di una primavera segreta.

Resti sulla mia lingua
nel sapore di una lacrima
sospesa alle altezze del cuore...
che non smette 
di palpitare vertigini...
mentre spinge 
fin su la gola...
dove batte un tempo 
più veloce degli attimi.

E ricordo 
nell'eco delle vene
il colore di aurore bambine
in mani di raggi...
che arrossano guance
e dileguano 
le uniche ombre
del mio amore...
che resterà 
per sempre attaccato 
a quel pezzo di cielo...
a quella piccola parte d'immenso 
vissuta con te.
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)
21-03-2013 Redazione Oceano Versi da sorseggiare , piano, goccia a goccia, per assaporarne il retrogusto dolce amaro, e lasciarsi poi inebriare dalle emozioni trasmesse per poi continuare a sentirle addosso. Davvero complimenti Anna e benvenuta, migliore esordio non poteva esserci.

Pubblicata il 14-03-2013

Conferita menzione del giorno

Numero visite: 586


Commento dell'autore