Mi avvolgo nelle tenebre

Il mio oggi ed il mio domani
il calore che scalda le mie mani
la fiaccola che accende 
il desiderio di rivolta
la luce nei tuoi occhi
il verbo del tuo ragionare
la notte che scende lenta
nel tuo star male

Scivolo nella fogna
del vostro mal pensare
tra le urla dello speculare
nel sapore dell’avidità
stringo la corda
della vostra arroganza

Come piuma di piombo
le mie inutili parole
resteranno negli anni
nella mente dei liberi
lontano dai vincoli
dal dover sterminare 
il desiderio che non sia valore

Mi avvolgo nelle tenebre
ma non son io a far paura
nell’oscurità delle indifferenze
alle macabre corrispondenze
il tutto è nulla
nelle vostre maldicenze

Corro tra la gente
eppur sono solo
nella mia libertaria patria
fatta di semplice eguaglianza
senza bandiera e colore
il mio inutile farneticare.
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)

Pubblicata il 24-08-2013

Numero visite: 626


Commento dell'autore