Orologiaio senza tempo

Orologiaio senza tempo
d'impeto puro trapassa
disagio a conforme
venduto ed ipocrita di superficie
mentre stria basito stracciopposto.

Primaveradoltranza
negli schizzi (in)coscienti
a resistenza dura
s-gocciola colore e sangue.

Vestito di nudità croma
danza scagliando segni
perdendo contatto
a libero ticchettio di-verso.
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)
21-11-2014 Vieni Rita Il tempo percorre lo spazio ed incontra la decadenza che nell’incuria dell’abbandono abbonda.
In questa stagione autunnale, la primavera spinge gli artigli e dipinge la sua tela tra colori e toni al sangue vivo.
Così come si presenta, versa anche tra i versi, libero in contaminato contatto inquieto e drammatico!