Ti ho amato

Scorrono fluidi nel silenzio 
i ricordi
un brulichio di parole
di quelle che ti toccano il cuore

a volte appannate come un eco lontano 
si confondono 
e si perdono nel vuoto

ma sussurra l'amore
più di quello che le parole sanno dire
o i fatti raccontare

ed è duro risalire
su strada di pece ed asfalto
e palpebre due lastre di piombo

scialba figura che vaga
ombra che si confonde con le pareti
mentre i giorni cadono come foglie morte

non brillano più gli occhi
cerchiati del colore della cenere

mentre in silenzio aspetto parole
e raccolgo me stessa
bambola di pezza e carta

perché ti ho amato 
più di quanto abbia mai capito
o potuto immaginare.
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)

Pubblicata il 10-03-2013

Numero visite: 1122


Commento dell'autore