Harraga

Il cuore ausculta l’imbrunire,
smanioso di fiutare nel silenzio
la scia odorosa del ritorno
e l’eco urgente dei passi d’uomo
a rinverdire il polveroso cortile.
Gli occhi, sgualciti dalla provata attesa,
rincorrono pensieri e sogni protesi
in direzione degli angoli oscuri,
oltre la spiaggia di Sidi Salem
e verso lo sbarco in terra Sardinia.

Amal consegna lo sguardo
al sole e al suo lento declino.
Spiega, come una vela, la fedele preghiera
che in grembo raccoglie il vento
e rimedia verso il lido della speranza,
al largo dal foriero ristagno del momento.
Nessuno le parli del viaggio interrotto,
dell’onda che al figlio ha impedito il ritorno!
Le luci lontane sono mete riflesse,
incoraggianti segnali per la sopravvivenza.
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)
18-05-2015 Redazione Oceano Una donna fissa il mare e si interroga sull’esito incerto della speranza, la speranza che il figlio sia approdato vivo sull’altra sponda. Si avverte la tensione emotiva dell’attesa e tutta la partecipazione di chi scrive a temi rilevanti.

Pubblicata il 16-05-2015

Numero visite: 568


Commento dell'autore