Mille inverni ho vissuto

Mille inverni ho vissuto
a la rotta del tempo...
non scorreva
Nostalgici tomi narravano
ciocche di primavera
e aure danzanti.

Mille inverni ho vissuto
ne lo scuro segreto
senz’ali e nido
sognando soli
calde braci
trame di luci

- E domani
fu sempre oggi
e mai oggi fu
domani -

Mille inverni ho vissuto
anzi de le rosse foglie
imbrigliate ne’ dorati cieli.
Ora,
vendemmia cammino
fra baci di speranza
dolci attese.
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)