Esplorando l'arte

Bicky Spina, volti femminili e paesaggi

È sempre stata affascinata dall’impressionismo, manifestando, sin da ragazza, una forte ascendenza per questa corrente artistica, poiché riproduceva con assoluta naturalezza le opere dei più grandi impressionisti

La capacità di espressione figurata è un linguaggio di comunicazione essenziale e diretto. Visionando le opere della pittrice Bicky Spina ci lasciamo avvolgere dal calore del suo stile. Nata nel 1964 a San Martino Sannita in provincia di Benevento e trasferita dopo alcuni anni ad Alessandria, città adottiva dove tuttora risiede, è sempre stata affascinata dall’impressionismo, manifestando, sin da ragazza, una forte ascendenza per questa corrente artistica, poiché riproduceva con assoluta naturalezza le opere dei più grandi impressionisti. Solo più avanti, nel corso delle sue sperimentazioni, è riuscita a carpire la propria dimensione creativa, introducendo nei suoi elaborati delle opere prodotte dalla sua innata fantasia. I suoi dipinti sono realizzati ad olio su tela e solo nei volti utilizza gli acrilici. La vivacità dei colori e delle mescolanze equilibrate da un istinto sereno, infondono armonia nei soggetti ritratti.

Realtà nel surreale

L'arte di Giacomo De Troia; un grande artista, un grande maestro impegnato anche nel sociale

Uno stile personalissimo seppure evidente l’influsso della corrente artistica del cubismo che in seguito svilupperà in maniera del tutto autonoma, originale e da cui si differenzia, anche per quanto riguarda le tonalità, le linee, le forme, supportate da una motivata funzionalità in cui nulla è lasciato al caso.
Le sue opere, volutamente provocatorie, mirano alla denuncia di un’umanità alla deriva, frammentata dalla corruzione e dal perbenismo di facciata.
Personalità di grande sensibilità l’artista sente su di sé il grave peso delle sofferenze degli ultimi che, come magma incandescente, riversa sulla tela, in un flusso incessante.

Alessandro Cau

Alessandro Cau è nato il 13 novembre del 1984 a Guspini in provincia di Cagliari e, ad oggi, risiede nel paese Villanovaforru, dove opera la sua passione artistica esprimendosi con dedizione.
Le sue pitture ad olio su tela sono particolarmente affascinanti per il forte impatto che hanno con la realtà. Infatti, sia i suoi ritratti che i suoi paesaggi, sono delle bellissime cartoline dall’interpretazione vera ma, al contempo, mutevoli nelle analisi personali, come fossero tracciati di verità scritte da ogni persona che si sofferma a guardarle.

Dario Ballantini

Artista poliedrico dalla spiccata sensibilità pittorica

Quarant’anni d’arte, quarant’anni di parole gestualmente espresse dai colori e dalle forme creative del poliedrico artista livornese Dario Ballantini della classe ‘64.
Attore, imitatore televisivo e teatrale, nonché un lodevole pittore dalle notorie capacità comunicative, degne di profondi concetti contenutistici, al quale, con assoluto piacere, ho chiesto cosa intendesse esprimere attraverso la pittura e, la sua risposta, è stata un filtro rafforzativo verso quelle percezioni già intese, racchiudendo così la sua visione: “Intendo esprimere possibilmente l’inconscio, cioè far venir fuori un certo ordine nella confusione che ritrovo quando mi immergo nei miei quesiti esistenziali”. Ebbene, sono proprio quei ‘quesiti esistenziali’ di cui fa riferimento a nutrire ogni ruvida pennellata fluidificata dalla materia espressiva, creando racconti sui raccolti dell’esperienza. Così si tramuta il sapore del vero, nell’immagine intima della percezione emozionale, livellandone ogni nudità per lasciarle emergere nelle opere pregne di valore esistenziale.

Programmi in tv oggi
guarda tutti i programmi tv suprogrammi-tv.eu
Ascolta la radio
Rassegna stampa