Massimo Massa

Tra cielo e inferno: Charles Baudelaire il poeta maledetto

Poeta, scrittore, critico letterario, giornalista e filosofo. È considerato uno dei più importanti poeti del XIX secolo, esponente del simbolismo e grande innovatore del genere lirico, nonché precursore del decadentismo

Charles Baudelaire nasce il 9 aprile del 1821 a Parigi da Caroline Archimbaut-Dufays e da Joseph-François Baudelaire, capo degli uffici amministrativi del senato.
In seguito alla morte prematura del padre, Caroline sposa un aitante tenente colonnello il quale, intriso di perbenismo borghese, si guadagnerà l’odio del figliastro. Ed è proprio nei rapporti con la famiglia, e in particolare con la madre, in cui si gioca gran parte dell’infelicità e del disagio esistenziale che accompagnerà Baudelaire per tutta la vita.

Omaggio a Gianni Agnelli nel centenario dalla sua nascita

Il grande ambasciatore del made in italy del ’900. Icona di stile ed eleganza, tifoso appassionato della Juventus e della Ferrari. Collezionista di opere d’arte

Soprannominato l’Avvocato, per la laurea in giurisprudenza, Gianni Agnelli è stata una figura chiave della storia economica, politica e sportiva dell’Italia del Novecento. Nato a Torino, dal 1966 subentrò al padre Edoardo alla presidenza della FIAT, guidandola per 40 anni.
Affascinante, ricco, amante dello sport e dell’arte, il re d’Italia senza corona, com’era definito, ancora oggi rappresenta uno degli uomini più ammirati per il suo stile inconfondibile e la sua innata eleganza. Un personaggio sempre al centro dell’attenzione.

La tutela dei minori in rete

Tecnologia e applet consentono ai minori un accesso pressoché illimitato ai contenuti web che potrebbero non essere adatti alla loro età. La condivisione compulsiva sui social network può portare a conseguenze pericolose

Gli utenti del web sono sempre più i bambini e gli adolescenti che trascorrono gran parte del loro tempo con uno smartphone o tablet intenti a “navigare nel mare della rete”. Secondo Save the Children, più della metà dei bambini italiani tra i sei e i dieci anni ci trascorre almeno un’ora al giorno; dati confermati anche da una recente ricerca sull’accesso a Internet promossa all’interno del progetto UE Kids online (Accesso, usi, rischi e opportunità di internet per i ragazzi). Non si può quindi ignorare l’influenza che questi mezzi di comunicazione hanno sullo sviluppo emotivo e sui comportamenti.

Daniele Spizzico

Attore poliedrico, cantante, presentatore, talent scout e scrittore

Pugliese nato a Trani nel 1988 intraprende la strada del teatro frequentando prima un corso amatoriale, poi iscrivendosi ad uno di dizione e di respirazione.
Nel 1992 inizia la sua carriera come operatore turistico, lavorando in vari villaggi turistici per diversi anni: Zanzibar, Grecia, Svizzera, Palma de Mallorca, Roma, e Londra, un percorso grazie al quale ha imparato a conoscere se stesso e gli altri affinando la sua predisposizione alle pubbliche relazioni nell’ambito delle organizzazioni di eventi e tempo libero. Nel 1995 si trasferisce nel Regno Unito, lavorandovi stabilmente.

Filippo Favia

Un technical support engineer con la passione per la poesia dialettale

Filippo Favia nasce nel 1961 a Santo Spirito, un ridente borgo marinaro nei pressi di Bari. Sin da ragazzo comincia a scrivere testi in vernacolo barese e frequenta i vicoli della città vecchia, allo scopo acquisire i suoni del vernacolo verace, carpendoli dalla viva voce degli anziani. Anche se il suo lavoro primario lo ha portato sempre lontano dalla sua terra, Filippo Favia non ha mai dimenticato le proprie origini, delle quali è fiero.
Alla fine degli anni ‘70 e nel corso degli anni ‘80, ha vinto diversi concorsi di poesia, alternando la scrittura all’altra sua grande passione: la pittura, per la quale partecipa a numerose mostre personali e collettive.

Ritratto di un eclettico intellettuale siciliano

Leonardo Sciascia. Letterato, saggista e giornalista, divenne una figura di spicco in Italia e in Europa. Una voce che ha toccato temi di grande attualità, dalla politica alla giustizia

Primo di tre fratelli, Leonardo Sciascia nasce l’8 gennaio del 1921 a Racalmuto, comune nella provincia di Agrigento da madre di famiglia di artigiani e padre operaio nelle miniere di zolfo della zona agrigentina, cara, com’è noto, anche a Luigi Pirandello. Non è un caso infatti, che nel corso della sua carriera, emergerà spesso il suo particolare coinvolgimento e interesse per l’opera di Pirandello, con il quale condividerà l’approccio alla vita vista come impossibile da descrivere pienamente in quanto non oggettiva.

Trilussa, er poeta de Roma

Tributo al poeta, scrittore e giornalista italiano, genio della favola, noto per le sue composizioni in dialetto romanesco, in occassione dei settant’anni dalla sua morte avvenuta il 21 dicembre 1950

Roma, 26 ottobre 1871.
Carlo Alberto Salustri nasce da una famiglia di modeste condizioni economiche, rese ancor più precarie dalla prematura morte del padre Vincenzo, cameriere al servizio della nobile famiglia dei Quintili.
A risollevarne le sorti disperate, è proprio il marchese Ermenegildo De’ Cinque Quintili, padrino di battesimo di Carlo Alberto, che accoglie i Salustri nel proprio palazzo, al numero 31 in piazza di Pietra.
Pur crescendo in ambiente aristocratico, a quindici anni abbandona gli studi per intraprendere un cammino da autodidatta.

Refika Dedić

Dalla Bosnia-Erzegovina

Refika Dedić è nata a Bihać in Bosnia-Erzegovina nel 1960.
Ha terminato gli studi presso l’Accade-mia pedagogica a Banja Luka e la Fa-coltà di Filosofia a Zagabria.
Attualmente insegna in un liceo di Bihac.
Presidente dell’Associazione “Words from Una” di Bihać, è anche membro di associazioni internazionali tra le quali “Association of Bosnian Artists” di Sarajevo; “Dream Culture” di Zagabria; “Croatian literary society” di Rijeka e Associazione “Golden Chariot of Ver-ses” di Sisak.

Oscar Wilde: La vita come un'opera d'arte

Scrittore, poeta, drammaturgo, giornalista e saggista irlandese dell’età vittoriana del XIX secolo, considerato una delle massime firme del decadentismo e dell’estetismo britannico

Il 30 novembre ricorre l’anniversario della morte di Oscar Fingal O’Flahertie Wills Wilde (noto come Oscar Wilde), poeta, scrittore e drammaturgo. Nato a Dublino il 16 ottobre del 1854, è considerato uno dei personaggi più carismatici della letteratura irlandese ed europea dell’Ottocento.
Poche persone sono riuscite a fare della loro vita un’opera d’arte. Quella dipinta da Wilde, non un’opera su cui posare lo sguardo, ma qualcosa che si porta dietro i colpi del destino, dove le lacrime si mischiano alla gioia, l’amore diventa colpa e l’eleganza si trasforma in fango.
Nel bene e nel male, alcune tappe fondamentali della sua vita si legano fatalmente alla sorte dei suoi genitori.

Tra gli scrittori anglosassoni più apprezzati e discussi, modellò tutta la sua vita come se fosse essa stessa un’opera d’arte, anticonformista e votata all’estetismo

Grandi festeggiamenti per ricordare Gianni Rodari

Ricordando Gianni Rodari a 100 anni dalla sua nascita, giornalista, scrittore e poeta specializzato in letteratura per l’infanzia, unico vincitore italiano del prestigioso Premio Hans Christian Handersen nel 1970, considerato il Nobel della letteratura per l'infanzia, che gli fa raggiungere una fama internazionale

GIANNI RODARI, IL GENIO DELLA FANTASIA CHE HA INCANTATO OGNI BAMBINO

Nato a Omegna in provincia di Novara il 23 ottobre del 1920, Gianni Rodari per molti anni è stato non solo maestro di scuola elementare ma anche poeta e giornalista. Sul quotidiano L’Unità di Milano infatti, nel 1949, ha curato la rubrica intitolata “La domenica dei Piccoli”.

Cheikh Tidiane Gaye

Poeta e scrittore, Presidente del premio internazionale di poesia “Léopold Sédar Senghor”, in memoria del primo Presidente del Senegal

Cheikh Tidiane Gaye è nato a Thiès, in Senegal, nel 1971.
Attualmente vive ad Arcore (Mb).
Scrittore, poeta e romanziere naturalizzato italiano, si è laureato in studi filosofici. Da sempre partecipa a numerosi incontri e attività culturali riguardanti la letteratura africana, l’integrazione, l’intercultura e la letteratura della migrazione. È membro di Pen Club Internazionale Lugano Retoro- mancia, Svizzera.


Figura nota nella letteratura migrante in lingua italiana, ha pubblicato diversi libri di racconti e alcune delle sue opere poetiche sono bilingue.

Ritratti d'autore di Raffaele Ventola

Le sue poesie hanno un tema comune: l’amore

“Se per Neruda “la poesia è un atto di pace”, per Ventola è risalire il tempo, celebrare il cammino fatto, attraverso un flusso di coscienza poetico che spinge il cuore a battere forte con la stessa intensità di un tempo.”
È così che Christian Sanna, che ha redatto la prefazione al libro d’esordio di Raffaele Ventola, definisce la sua poesia in cui i sentimenti sono cristallizzati nel loro momento migliore, non invecchiano e non mutano. Sono destinati a mantenere la purezza per sempre.







Secondo Congresso WikiPoesia

Poeti e organizzatori di premi di poesia insieme per progettare il futuro della poesia contemporanea

La sfida: riuscire ad affrontare i cambiamenti imposti dalla routine, dai bisogni umani di fare poesia al tempo postumo del Coronavirus






In diretta dal passato di Nicola Napolitano

Antiche vicende e racconti storici

Da sempre appassionato di fotografia, Nicola Napolitano, dottore commercialista e docente di ruolo di economia aziendale, si dedica nel suo tempo libero alla scrittura di racconti storici grazie ai suoi numerosi viaggi dove ha avuto modo di visitare luoghi e siti che hanno stimolato la sua naturale creatività. Dopo la pubblicazione del primo volume, una raccolta di racconti dal titolo In diretta da passato, edito da Oceano Edizioni (2016), a distanza di quattro anni ci propone il secondo, nato come il precedente, dalla continua indagine e riscoperta delle innumerevoli vicende storiche che hanno caratterizzato la vita degli uomini in cui, fatti e accadimenti sempre diversi, misteri, fenomeni naturali, religiosità e guerre, si intrecciano in un labirinto emotivo che si ripete nel tempo.

Sahaj
Sabharwal

Il giovane poeta indiano è il vincitore del premio “India Star Proud” 2019

Sahaj Sabharwal, giovane studente della Delhi Public School e poeta indiano di Jammu e Kashmir, India, è nato il 17 marzo del 2002. Ama scrivere poesie e pensieri e nel suo tempo libero si dedica alla scrittura creativa.
Molte delle sue poesie sono scritte in inglese, ma nonostante non siano nella sua madrelingua, è riuscito ad affermarsi sul web apprezzato per i suoi versi.

OceanoNews arriva in versione cartacea

OceanoNews e i grandi temi della cultura e del sociale, un fantastico viaggio nel grande “oceano” dell’informazione senza confini.

Ci siamo!
Dopo quattro anni e la realizzazione dell’omonimo blog, Oceano Edizioni, che sostiene l’iniziativa, è pronta a colmare il ritardo!
Pressati ultimamente da una continua richiesta da parte di molti lettori e grazie anche ad una redazione rinnovata e potenziata, OceanoNews, la testata giornalistica indipendente a carattere sociale, culturale, filosofico, storico e scientifico, verrà riprodotta anche in versione cartacea, a conferma di un impegno assunto sin dalla nascita, per un giornalismo rigoroso e non compiacente, informato, attento e socialmente impegnato.

Ombre amiche, il coraggio di ritrovare la propria luce

Un libro di speranza e forza, il credo nella rinascita che non è mai raggiunta completamente se non si ha fiducia nel proprio valore, nelle capacità insite in ognuno di noi

È alla sua terza pubblicazione Estela Soami nata a Lugano e residente nella vicina Mendrisio. Ombre amiche, edito da Oceano Edizioni, è un racconto autobiografico in cui srotola la sua vita e tutti i temi a lei più cari. La sofferenza, le amarezze, le delusioni, il dolore fisico ma anche le gioie inaspettate collocandole in sequenza, in una fiaba raccontata tra boschi e fate, realtà e disincanto… un effetto strano e meraviglioso in cui mette a nudo, senza esitazione, il suo vissuto.


Delo Isufi, dalla vicina terra d'Albania

Delo, il colonnello della Forca Ajrore e Legal Advising con la passione per la poesia

Nato a Valona, attualmente vive a Tirana, in Albania. Delo Isufi si è laureato presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Tirana e ha studiato presso l’Air Force Academy come pilota. Dopo molte ore di volo nella Forca Ajrore sul jet militare supersonico Mig-19, ha ricevuto il grado di colonnello. Legal Advising, attualmente lavora come consulente legale al General State Advocacy.
Traduttore ed eminente poeta, è autore di numerosi libri di poesie. Parla diverse lingue straniere tra le quali l’inglese, l’albanese, il francese e il russo.






Luisa Olivo, la poetessa dal cuore di fanciulla

I suoi versi lasciano la dolcezza nel cuore e invitano ad amare

Luisa Olivo, nasce a Crotone nel 1969, dove tutt’ora vive. È sposata e madre di tre figli ai quali ha dedicato la sua prima pubblicazione edita da Oceano Edizioni, una raccolta di liriche dal titolo La valigia dei sogni nelle quali si esprime con parole semplici e con molta dolcezza, con sentimento e malinconia.






La Basilica di San Nicola si lega al mito di Re Artù

C’è chi sostiene che in una cripta nascosta della Basilica sia custodito il Santo Graal, il calice dell’Ultima Cena, nel quale sarebbe stato raccolto, da Giuseppe D’Arimatea, il sangue di Gesù crocifisso

DALLA TERRA DI BARI
Tra storia e leggenda


San Nicola, vescovo di origine bizantina nacque intorno al 260 d.C. a Patara († 343 d.C.), importante città della Licia situata sulla costa meridionale dell’Anatolia. La storia del patrono della città di Bari, compatrono assieme a San Sabino, narra di trentacinque marinai, ventisette cavalieri e due monaci benedettini, che hanno intrapreso un viaggio verso l’Asia Minore, oggi Turchia, con tre caravelle per traslare le spoglie del Santo dalla città di Myra, l’odierna Kale, a Bari, e sottrarle ai musulmani che in quel periodo avevano conquistato la città durante la Prima Crociata. Correva l’anno del Signore 1087, 9 aprile.

’Sta terr dẹ Cẹrẹgnoulẹ di Antonio Daddario

Antonio Daddario (Cerignola 1950), è scrittore, appassionato di storia locale e poeta sin dall’età scolastica, cultore dell’ermetismo e di Giuseppe Ungaretti. Già responsabile in un’azienda di comunicazione, ha fondato numerose Associazioni Culturali. Da oltre un decennio è presidente del Premio Letterario Nazionale dedicato a Nicola Zingarelli; presidente dell’Associazione Artistico Culturale “MOTUS”; responsabile del Circolo di Cerignola dell’Associazione Culturale LiberaMente.

Slavica Pejovic, diplomatica di Belgrado

Scrittrice e giornalista, è Presidente del Book Lovers Club “Majdan” di Kostolac e Caporedattore della rivista di letteratura, cultura e scienza “Majdan”

Slavica Pejovic, nata il 17 novembre 1948 a Mokrin (Kikinda, Serbia), vive attualmente a Požarevac. Si è laureata presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Belgrado, dipartimento Relazioni Internazionali. Diplomatica a Belgrado, oltre ad interessarsi di politica, è molto attiva nel sociale e nell’organizzazione di programmi culturali come Direttore della Casa della Cultura di Požarevac.
È stata responsabile della Biblioteca di Kostolac e dirigente del Centro Culturale facendosi promotrice dell’organizzazione di eventi culturali come il “Kostolac Žiška” e incontri di poesia in onore dei fratelli Cirillo e Metodio e “Orfeo sul Danubio”.

Un sogno In Vernacolo di Domenico Giordano

Domenico Giordano nasce a Napoli nel 1981 da una modesta famiglia, umile ed operaia. Fin dall’adolescenza, attraverso scritti di poche parole e piccole poesie, lascia intravedere la passione per i versi. Gli anni passano e la passione cresce sempre più, forse per l’età che avanza, forse per la stabilità dell’amore per la sua donna che, proseguendo, gli dà una maggiore sicurezza, forse per la nascita di un figlio che aggiunge notevoli sfumature alla sua vita. Oggi, alla soglia dei quarant’anni, pubblica la sua prima silloge poetica dal titolo Un sogno in Vernacolo edita da Oceano Edizioni, una raccolta di poesie in lingua dialettale.



Dialogo con la vita di Giuseppe Tamburello

Giuseppe Tamburello nasce nell’aprile del 1941 a Ribera (AG). Nei primi anni ‘60 frequenta l’Istituto Tecnico Agrario di Sciacca. Dopo aver conseguito il diploma nel 1963, si trasferisce, per ragioni di lavoro, a Milano alle dipendenze dell’Industria dolciaria Alemagna S.p.A.
Nello stesso periodo frequenta per un paio d’anni la facoltà di Economia e Commercio all’Università Cattolica di Milano, studi che è costretto però ad abbandonare perché assorbito completamente dagli impegni di lavoro che lo porteranno, nel corso degli anni, ad assumere responsabilità dirigenziali.

Aprilia Zank, la poetessa della Relatività Linguistica

Come portatori di luce, ognuno di noi dovrebbe essere guidato dal desiderio di illuminare l’esistenza umana con la bellezza, con la conoscenza, con la bontà e l’armonia

Aprilia Zank è docente in Teoria della Scrittura e della Traduzione Creativa in Germania, nonché poetessa multilingue. Scrive versi in inglese e tedesco, francese e rumeno e collabora in numerosi progetti con vari artisti di tutto il mondo.
Nata in Romania, ha studiato Letteratura e Linguistica inglese e francese all’Università di Bucarest, per trasferirsi poi a Monaco, in Germania, dove ha conseguito il dottorato in Letteratura e Psicolinguistica con la tesi, La Parola nella Parola: Ricezione di testi letterari e Relatività Linguistica, presso l’Università Ludwig Maximilian, dove ha iniziato la sua professione di insegnante.

Fenu, geologo con la passione per la poesia

Dopo l’esordio con la raccolta poetica Il Lago – Ricordi indelebili nel 2016, l’anno scorso ha pubblicato il romanzo Dassine – Frammenti di vita

Giampiero Fenu, geologo di professione, poeta e scrittore per passione, nasce a Oristano il 31 dicembre del 1968. Sino all’età di tredici anni vive la sua infanzia nei pressi del lago Liscia situato nelle vicinanze di S. Antonio di Gallura (SS). In seguito si trasferisce con la sua famiglia a Morgongiori, un paese dell’Oristanese. Si laurea nel 2001 in Scienze Geologiche presso l’Università degli Studi di Cagliari. Oggi vive a Dolianova, un paese del capoluogo sardo.


Bill Gates come Nostradamus

Bill Gates, nel 2015, aveva lanciato l’allarme: Un virus sconosciuto potrebbe uccidere più di una guerra. E noi non siamo pronti


La profezia di Bill Gates, che cinque anni fa aveva previsto la pandemia, in un video del 2015, tornato molto popolare in questi giorni: Non missili ma microbi. Iniziava così un discorso tenuto in un Ted Talk.


A marzo del 2015 Bill Gates, fondatore di Microsoft Corporation, in un intervento al Technology Entertainment Design (conferenza statunitense gestita dall’organizzazione privata non-profit The Sapling Foundation, che dà voce in tutto il mondo a persone che abbiano “idee che meritano di essere diffuse”), dichiarava:
– Quando ero un ragazzo, il disastro di cui ci preoccupavamo era la guerra nucleare. Oggi la più grande catastrofe possibile non è più quella. Se qualcosa ucciderà dieci milioni di persone nei prossimi decenni, è più probabile che sia un virus molto contagioso e non una guerra. Non missili ma microbi.
– Abbiamo investito pochissimo in un sistema che possa fermare un’epidemia – sosteneva Gates – Non siamo pronti… La mancanza di preparazione potrebbe permettere alla prossima epidemia di essere terribilmente più devastante di Ebola.

Le parole del fondatore di Microsoft seguivano la preoccupante diffusione di Ebola avvenuta appena un anno prima, nel 2014, sottolineando soprattutto l’insufficienza di organico sanitario per gestire l’epidemia che fu efficacemente confinata per la maggior parte in tre nazioni dell’Africa occidentale: Guinea, Liberia e Sierra Leone, mentre i pazienti iniziali di diversi paesi occidentali furono subito individuati e isolati. Quel successo però, fu determinato dalla natura di Ebola, un virus che, contrariamente al Covid-19, non si trasmette per via aerea ma tramite contatti diretti attraverso pelle con ferite, o mucose, con sangue o fluidi corporei di persone infette.

Selene Pascasi, avvocato, giornalista e scrittrice

Socio Fondatore del “Centro Nazionale Studi e Ricerche sul Diritto della Famiglia e dei Minori” e della Camera Minorile distrettuale, da sempre sensibile ai temi sociali, si occupa da anni di questioni legate alla famiglia

Selene Pascasi, nata a L’Aquila nel 1971, è avvocato penalista, giornalista pubblicista, scrittrice e poetessa, paroliere e critico musicale (in seno al Premio Lune-zia). Da sempre sensibile ai temi sociali, si occupa da anni di questioni legate alla famiglia, più che mai ultimamente teatro di maltrattamenti e violenze.
Ha all’attivo circa 400 pubblicazioni per: Guida al Diritto, Famiglia e Minori, Diritto Comunitario e Internazionale, Responsabilità e Risarcimento, Guida Normativa, Diritto e Pratica del-le Società, Guida agli Enti Locali.
Dal 2007, è tra le Firme del gruppo Il Sole24Ore, con più di 450 pubblicazioni. È coautrice della pubblicazione Sanity and Insanity in a Criminal Trial: The European Experience Seeks the American Experience, in Proceedings 64rd Annual Meeting of American Academy of Forensic Sciences (Giappichelli Editore, 2011, V. Lusa, S. Pascasi, M. Borrini) e della monografia La Persona Oggetto di Reato - Reati ed analisi scientifica delle condotte avverse alla vita ed all’incolumità individuale (Giappichelli Editore, 2011. V. Lusa, S. Pascasi).

Articoli di Massimo Massa

Collaboratori

Programmi in tv oggi
guarda tutti i programmi tv suprogrammi-tv.eu
Ascolta la radio
Rassegna stampa