Elisabetta Bagli - Madrid (E)

socio onorario

Docente presso l'Accademia di lingue Booklane di Madrid, ha lavorato presso la casa editrice David and Matthaus Edizioni letterarie e ora è traduttrice freelance.

Recentemente è stata insignita del titolo di Ambasciatrice Culturale per la Universum Academy Spagna.

Dal 2009 scrive poesie e racconti brevi e nel 2011 pubblica la sua prima silloge poetica "Voce". Nel 2013 pubblica un libro per bambini ispirato a Madrid "Mina, la fatina del Lago di cristallo" e la sua seconda silloge poetica "Dietro lo sguardo".

Rosanna Marani - Milano (Mi)

socio onorario

Rosanna Marani nasce a Imola il 12 Ottobre 1946. Esordisce giovanissima nel giornalismo, con un'intervista esclusiva a Gianni Rivera per la Gazzetta dello Sport del 1973.

È stata la prima donna a diventare giornalista professionista sportiva nel 1976, e a condurre una trasmissione sportiva in Tv, a Telenorditalia, emittente lombarda. Nella sua lunga carriera ha collaborato, nella carta stampata, con "Il Giornale d'Italia", il "Resto del Carlino", il "Guerin Sportivo" e in tv con Mediaset, La 7, Antenna 3 e con la Rai.

Ha ricevuto vari riconoscimenti alla carriera, tra cui spicca l'Onorificenza di Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana, ricevuta da Francesco Cossiga nel 1983.

Ricopre attualmente il ruolo di Responsabile Comunicazione Web nella Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente.

Cheikh Tidiane Gaye - Arcore (Mb)

socio onorario

Cheikh Tidiane Gaye, italiano di adozione nasce in Senegal. Poeta e scrittore, è membro di Pen Club Internazionale Lugano Retoromancia Svizzera. È il primo africano a tradurre Senghor in italiano.

Ha ottenuto significativi riconoscimenti letterari ed è presente sulla scena culturale italiana attraverso interventi, letture e performance poetiche che testimoniano una coerente partecipazione alla vita del suo nuovo paese.
Presidente Africa Solidarietà Onlus non chè presidente e coordinatore del Premio Letterario Jerry Masslo e della città di Arcore, la scrittura è sempre stata la sua passione più o meno segreta, sbocciata in ambiente e lingua italiana con il libro Il giuramento (Liberodiscrivere editore, 2001), seguito da Méry principessa albina (2005), Il canto del djali (2007), Ode nascente/ode naissante (2009) pubblicati dalle edizioni dell'Arco, Curve alfabetiche (Montedit Edizione, 2011), Rime abbracciate - L'étreinte des rimes (L'Harmattan Parigi, 2012), Prendi quello che vuoi, ma lasciami la mia pelle nera (Jaca Book, 2013) con prefazione di Giuliano Pisapia. Nel 2014 traduce e pubblica l'antologia: Senghor: il cantore della negritudine ( edizione dell'arco, 2014). Attualmente vive in Brianza ad Arcore.

Beniamino Pascale - San Severo (Fg)

socio onorario

Giornalista, iscritto all'Ordine della Puglia. Master in "Comunicazione nelle organizzazioni ed imprese internazionali", presso l'Università degli Studi della Tuscia, Viterbo.
Attualmente è direttore dell'Ufficio Comunicazioni Sociali della Diocesi di San Severo e redattore del periodico "Oltre la Porta" della Diocesi. Cronista dei settimanali "La Gazzetta di San Severo" e del quotidiano "l'Attacco".
Proclamato nel 2006 "Cavaliere" dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme dal Gran Maestro, S.E.R. il Signor cardinale Carlo Furno, ne diviene addetto stampa della delegazione di San Severo per il medesimo ordine. Ha ricoperto il ruolo di addetto stampa (per l'Italia e l'Europa) nei tour internazionali: "The Sopranos World Concert" e "Tenori del terzo Millennio", presieduti dal soprano Gloria Criscione (con sede della Fondazione ad Asuncion, Paraguay). Dal 2009 ha la nomina di docente esterno, per Scuola Primaria (anche a docenti), nell'ambito di vari progetti di scrittura creativa e comunicazione e giornalismo, nonché docente "esperto" presso il centro "Sirio Onlus", per corsi professionali.
Nel 2013, il sindaco di San Severo, avv. Gianfranco Savino, gli conferisce un civico "Diploma al merito", per il lavoro svolto in A.M. e l'impegno verso la comunità cittadina Nel 2015 viene nominato responsabile dell'ufficio relazioni esterne/addetto stampa del Centro Studi Apulia di San Severo.
I propri articoli sono pubblicati anche su siti web, tra cui: Sir; Sanseverosport.com (di cui è redattore); diocesisansevero.it; lagazzetta di sansevero.it; foggiaweb; il grecale; ecc.
I suoi articoli sportivi sono stati pubblicati anche sulla rivista di scherma "Passione Stoccata" e su "Avvenire". Ha presentato numerosi eventi, anche letterari

Walter Scudero - San Severo (Fg)

socio onorario

Walter Scudero è medico anestesista-rianimatore, antalgologo, ipnoterapeuta, già direttore ospedaliero di Day Surgery. Suoi interessi extraprofessionali: le correlazioni interdisciplinari tra le varie forme d'Arte, dalla pittura e grafica, vuoi come cultore e critico vuoi come autore, alla musicologia, al teatro minimalista da camera ed al settore drammaturgico musica-parola, sia come autore che come direttore artistico e regista ormai da un ventennio (ha recentemente curato, nell'estate 2011, la regia dello spettacolo teatrale.

Direttore del Cenacolo d'Arte Terrae Maioris di Torremaggiore; ha presieduto il Rotary Club di San Severo nell'A.S. 2000/2001; è pubblicista su quotidiani, periodici, con spiccata propensione per critica e saggistica e su riviste letterarie; attivo in conferenze a carattere ipertestuale. Numerose sono le sue pubblicazione letterarie in diversi ambiti: narrativa, saggistica, filosofia, storiografia, religione, etno-antropologia, arte, satira, teatro.

Max Loy - Pistoia (Pt)

socio onorario

Max Loy è nato nel 1950 a Pistoia, dove attualmente risiede. Pittore autodidatta, ha sperimentato le più varie tecniche, inventandone di sue, alla ricerca di una sintesi sempre più completa e specifica della propria arte. Ha esordito trattando la pittura materica, l'arte gestuale, l'espressionismo, l'astratto per orientarsi progressivamente verso una rappresentazione più realistica, d'impostazione classica, passando attraverso il simbolismo, la stagione metafisica, dove ha perfezionato la capacità descrittiva, fino alla rivisitazione delle tematiche rinascimentali accostate a contesti d'attualità, privilegiando sempre tra i suoi soggetti l'attenzione alla donna.

Attualmente si esprime attraverso il linguaggio astratto, fonde le molteplici esperienze e tecniche in una sintesi consapevole, essenziale e pregnante, esplorando il libero universo del surrealismo astratto. Ha esposto le proprie opere nelle gallerie e nei palazzi storici di molte città italiane. E' presente in cataloghi nazionali, regionali, riviste e pubblicazioni, presentato da esperti e critici del settore.

Rosa Nicoletta Tomasone - San Severo (Fg)

socio onorario

Rosa Nicoletta Tomasone ha insegnato lettere a San Severo dove vive e risiede. E' stata insignita del Diploma di benemerenza di seconda classe, Medaglia d'oro Cavaliere dell'ordine e commendatore al Merito della Repubblica italiana. Riceve nel 2002 l'onorificenza di "Dama dell'ordine di San Silvestro papa" dal sommo pontefice. E' membro della società di Storia Patria per la Puglia dal 1999 e Cofondatrice del "Centrum Latinitatis Europae" per la tutela degli studi Umanistici e la diffusione del Latino Vivo.
Ha fondato nel 1990 il Centro Culturale "L.Einaudi" che è stato insignito di - Diploma e Medaglia d'Oro per la promozione della cultura e la diffusione del libro nel 2000. Ne è Presidente e ne cura le pubblicazioni. Ha collaborato per diversi anni con la fondazione Latinitas - Città del Vaticano, organizzando convegni inerenti.E' Promotrice del "Manifesto '94 degli Intellettuali del Sud per l'Unità d'Italia" e Promotrice e Coordinatrice del COMITATO INTERNAZIONALE DONNE '99 a carattere storico - scientifico - culturale.
Ha pubblicato libri di narrativa e racconti storici; saggi letterari, politici e storici e ha ottenuto numerosissimi riconoscimenti tra cui il Premio Millenium arte e cultura per i meriti acquisiti in campo letterario, culturale e umanitario e i Premio culturale dell'ambasciata d'Italia in Cina.

Dino Bilancia - San Severo (Fg)

socio onorario

Dino Bilancia nasce agli inizi degli anni '50 nella terra del Tavoliere, che non ha mai abbandonato, tranne sporadiche evasioni, per il senso di appartenenza che gli è proprio. La passione per l'Arte nasce con lui e lo accompagna da sempre; infatti, ancora adolescente, alla sua prima Mostra richiama le attenzioni per la critica. Egli scolpisce, dipinge e incide, variando dall'ambito figurativo - con accenti surrealistici - a quello iperrealistico. Le sue opere si caratterizzano per la straordinaria ricchezza fantastica, con cui le immagini vengono risolte in chiave surreale, nonché da motivi culturali d'antica estrazione in cui le sue figure riecheggiano di un mondo mitologico a torto dimenticato, la cui essenza metaforica è impregnata di intensi messaggi socio-umanitari.
Il percorso del Bilancia è costellato da notevoli riconoscimenti, tra cui ricordiamo quelli dell'anno in corso in cui si aggiudica "Pesaro Arte 2016" mostra pittorica, scultorea e fotografica, e Galatone Arte 2016 in cui vince il "Premio assoluto della critica".

Attualmente è impegnato nella realizzazione di un monumento in memoria delle vittime decedute tragicamente sulle strade, nella città in cui risiede, San Severo, con la realizzazione di un gigantesco obelisco. L'opera, commissionata circa quattro fa, ha alla sua base la statua in bronzo di un giovane che depone la sua anima rappresentata da una farfalla. L'obelisco potrà vantare anche il primato del più alto d'Europa con i suoi 48 metri di altezza. A novembre la cerimonia d'inaugurazione alla presenza delle autorità laiche ed ecclesiastiche.

Cecilia Rinaldini - Roma (Rm)

socio onorario

Giornalista del Giornale Radio Rai redazione Esteri, approda alla professione nel 1996 collaborando con Radio Città Futura di Roma e Radio Popolare di Milano per le quali si occupa soprattutto di cultura e immigrazione. In Rai dal 2001, segue la politica interna per la redazione di Gr Parlamento e, dal 2005 al 2008, per la trasmissione Pianeta Dimenticato, copre le vicende latinoamericane, con particolare attenzione alle lotte dei movimenti sociali per i diritti dei popoli nativi, la sovranità alimentare, la difesa delle risorse naturali ed energetiche e dell'acqua come bene comune. Si specializza nel tema dei desaparecidos e segue soprattutto le vicende giudiziarie dei cittadini di origine italiana scomparsi in America Latina durante le dittature.
Nel giugno del 2008 riceve il premio Colomba d'oro della pace dell'Archivio Disarmo per "un giornalismo attento e sensibile ai diritti umani, con particolare riferimento a una delle regioni del futuro, quella latinoamericana, troppo spesso trascurata dai mezzi di informazione." Dal 2007 è docente di Comunicazione e politica presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell'Università Pontificia Salesiana.
Nel 2012 le viene assegnato, dall'Associazione Free Lance International Press, il Premio Italia Diritti Umani 2012, giusto riconoscimento per la sua attività nel campo dei diritti umani e nel 2015 il Premio Giornalistico Nazionale M. G. Cutuli ideato e organizzato dal Centro Culturale L. Einaudi di San Severo.

Alessandro Fo - Siena (Si)

socio onorario

Figlio dell'organizzatore teatrale e scrittore Fulvio Fo e di Clara Nobile, nipote del Nobel Dario Fo, è poeta, autore teatrale e saggista. Insegna Letteratura Latina presso il Dipartimento di Filologia e Critica delle Letterature Antiche e Moderne dell'Università di Siena.
Ha curato l'edizione tradotta, con introduzione e commento, di Rutilio Namaziano, Il ritorno (Torino, Einaudi, 1994); la traduzione con studio introduttivo e note delle Metamorfosi di Apuleio (Milano, Frassinelli 2003) e La Favola di Amore e Psiche (Einaudi 2014); Eneide di Virgilio, con studio introduttivo nella "Nuova Universale Einaudi".
Ha collaborato con Luca Canali alla Antologia della poesia latina dei Meridiani (Mondadori, 1993) e ha contribuito a LA letteratura latina, Storia Letteraria e Antropologia romana (La Nuova Italia 1995).
I suoi libri di versi sono: Otto febbraio (Scheiwiller 1995); Giorni di scuola (Edimond 2001); Piccole poesie per banconote (Polistampa 2002); Corpuscolo (Einaudi 2004); Vecchi filmati (Manni 2006); Mancanze (Einaudi 2014).
Per la traduzione dell'Eneide ha vinto nel 2013 i Premi Gregor von Rezzori e Camaiore e nel 2016 il Premio Catullo. Per la poesia ha vinto nel 1995 il Premio Dessì e il Premio Nazionale Letterario Pisa; nel 2004 il Premio Achille Marazza; nel 2014 il Premio Viareggio con la raccolta Mancanze edita da Einaudi.

Sergio Camellini - Modena (Mo)

socio onorario

Fin da bambino si soffermò a rimirare i lavoratori dei campi e gli artigiani nelle botteghe: calzolai, fabbri, ceramisti, sarti, fornai, in un borgo di Sassuolo.
In sintesi, mostrò interesse per tutti coloro i quali erano dotati di creatività. Da quelle giovanili esperienze diede ali alla fantasia e fondò sull'Appennino emiliano un Museo d'Arte Povera della Civiltà Contadina e dei Mestieri, sito in cui iniziò a vergare le pagine di un quaderno, custodito nell'ultimo cassetto d'una vecchia scrivania, onde cogliere i variegati aspetti della società, in una sorta di "psicopoesia", da psicologo clinico qual è.
Le sue liriche sono dedicate alla vita di tutti i giorni, il suo cuore coglie la sofferenza altrui, i suoi silenzi si trasformano in poesia. Ha ottenuto vari riconoscimenti e pubblicato diversi volumi di poesie.

Angelo De Luca - Foggia (Fg)

socio onorario

Ha conseguito la laurea in Sociologia con la specializzazione in mass-media, e si qualifica come giornalista pubblicista. Docente presso l'Università di Urbino in "Storia del giornalismo" per la facoltà di Sociologia, "Storia dei movimenti e dei partiti politici" per Scienze delle Comunicazioni.
Editore del periodico "Confronto" e presidente dell'associazione culturale "Confronto"; direttore del mensile milanese "Milano occasioni"; editore e direttore responsabile del giornale parlamentare MRS "La responsabilità" e del giornale bimestrale bilingue "The soul of Water" people S.Benedetto del Tronto.
E' anche coordinatore MIR per la provincia di Foggia e responsabile dell'agenzia INPS di Lucera.

Le cariche sociali

  • Presidente

    Il Presidente è il legale rappresentante dell’Associazione di cui ha la responsabilità giuridica. Ha pieno diritto di rappresentanza contrattuale. Rappresenta legalmente l’associazione nei confronti dei terzi ed in giudizio, Presiede l’Assemblea dei Soci e del Consiglio Direttivo curandone l’esecuzione dei deliberati.

    Vicepresidente

    Il Vicepresidente, in assenza del Presidente, rappresenta legalmente l’associazione nei confronti dei terzi ed in giudizio, cura l’esecuzione dei deliberati dell’Assemblea dei Soci e del Consiglio Direttivo. In mancanza del Presidente, presiede l’Assemblea dei Soci.

    Segretario

    Il segretario svolge la funzione di verbalizzazione delle adunanze dell’Assemblea, del Consiglio Direttivo e coadiuva il Presidente e il Consiglio Direttivo nell’esplicazione delle attività esecutive che si rendano necessarie od opportune per il funzionamento dell’amministrazione dell’Associazione.




    Soci

    I soci di un'associazione sono coloro che, condividendo pienamente i fini e l'attività dell'ente associativo, partecipano attivamente alla vita associativa, accettando, pienamente e senza riserve, lo Statuto, i principi etici e culturali in esso contenuti, le attività e le finalità.

Gli organi sociali

  • Il consiglio direttivo

    Cura la predisposizione il bilancio consuntivo da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea dei Soci. Coglierà i suggerimenti di tutti i Soci riguardo le politiche o le iniziative del sodalizio. Delibera in materia economico-finanziaria.

  • L'assemblea dei soci

    Rappresenta l’organo sovrano dell’Associazione. Si riunisce almeno una volta l’anno per l’approvazione del bilancio consuntivo e preventivo. Delibera inoltre sugli indirizzi e direttive generali dell’associazione, proposte dal Consiglio Direttivo. Discute e delibera in merito alle modifiche dello Statuto e Atto Costitutivo.