Nell'ora s'àncora il non ancora

Gianni Romaniello


L'Oceano nell'Anima Edizioni

collana editoriale: Iris

Poesia


anno di pubblicaz.: 2022

codice isbn: 979-12-81042-05-6

prezzo di copertina: 12.00


Sinossi

I versi della silloge si alienano dalla comune scansione del tempo nelle categorie separate di passato, presente e futuro e altresì ci invitano a vivere la nostra vita come un continuo presente. Infatti, nelle poesie le dimensioni spazio-temporali sono intrecciate nell'hic et nunc fino a saggiare, in tutte le sue sfumature, il nostro ora che, nello scorrere del tempo, diventa una àncora tra l'allora (il passato) e il non ancora (il futuro). Così la silloge traccia una profonda riflessione sul senso dell'esistenza e sul raggiungimento di un appagante equilibrio dinamico interiore, senza il rimpianto del passato e la paura del domani.
(...)

L'Autore


Dice dell'autore...

(...)
L'Autore ci invita a seguirlo nel suo viaggio tutto intimo e personale che, attraverso sessantuno poesie, lo porterà "dall'allora al non ancora", dal passato al futuro, dai ricordi riscoperti nella memoria, alle visioni che fioriscono nell'immaginazione.
Quando si parte per un viaggio, ci si mette "in movimento." E l'autore, per farci sentire questo suo "andare", costruisce i suoi versi facendoli "viaggiare" sui binari di un eterno accadere, usando i verbi più vicini all'idea del divenire: planare, incedere, fluire, esplorare, vorticare, avviluppare, illimpidire.
(...)

Donatella Altieri


Dice dell'autore...


Biografia autore




Di origine lucana, nato ad Anzi (PZ) nel 1961, vive a Gravina in Puglia.
Laureato in Scienze dell'Informazione, è manager nei settori dell'innovazione tecnologica e dell'ottimizzazione dei processi aziendali. La sua forma mentis alimenta e condiziona il suo stile di scrivere versi con un legame simbiotico fra l'approccio scientifico e quello poetico. Due approcci comunemente considerati agli opposti come antagonisti ma che nelle sue poesie convivono in equilibrio perché accomunati dall'atteg-giamento di ricerca e di immaginazione.
"Nell'ora s'àncora il non ancora" è la sua quarta silloge pubblicata.

Altre recensioni