Altra notte insonne

Sfinita dal pensiero e dall'affanno,
troppo il mio corpo 
subisce dal mio inconscio,
il mio animo di eterna fanciulla
correre vuole sull'erba a piedi nudi,
sentire il carezzar del sole sulla pelle 
ed il vento giocare tra i capelli 
profumati di fresie e di viole.
Più non riesco ad afferrare il sole
le mani ancora son protese 
vogliono tingersi il corpo
col vermiglio colore dell'amore,
un amore senza pretese,
senza parole
un amore che attinga
dalla sinfonia eterna
...dell'universo del cuore.
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)

Elenco opere (*)commenti

Pubblicata il 10-04-2013

Numero visite: 1037


Commento dell'autore