Uomo senza paura

Il bastone di un cieco
fende la notte nera

un diavolo senza occhi
cavalca sul filo
appeso al nulla

è morto
già una volta
scacciato
dal suo finto paradiso

è un diavolo di vendetta
colui che uccide
gli angeli imbellettati
dalla faccia bella
della sporcizia

giustizia contro legge
in un gioco eterno
nell'oscurità
di suoni e odori

le strade corrotte
piangono i suoi cari
uccisi con violenza
dagli angeli senza pietà

ritto nella pioggia
il diavolo sorride
con fare sereno

la mano della sua donna
morta agli angoli delle latrine
con la bava alla bocca

accarezza la sua guancia

come il suo primo amore
morì trafitta
come una farfalla
sulle scale
della sua casa

odio puro
senso di giustizia
i suoi occhi
vedono solo
forme
odori
suoni
clamori d'ogni dove

un pianto eterno
pulsa nelle sue orecchie
dannazione eterna
da non lasciare zone secche

lancia il suo bastone
contro gli abissi del terrore

un urlo distante
tra mille rumori

richiama intenso
il suo cercare amore

solo odio e corruzione
imperano
ad Hell's Kitchen

polvere d'angelo
spacciata in ogni posto

i bambini sono solo
un incidente in questo percorso

una strada scura
coperta dalla fame

sfreccia nel vento
sotto un cielo australe

portando ovunque
una pace insperata

Kingpin ti aspetta
oltre la muraglia

fatta di pianto disoccupazione e droga
i mali sono solo
una triste foga

sadismo allo stato puro
fasciato in doppiopetto

la tua pace non sarà mai
una questione di rispetto

nel tribunale del mondo
si muove come un cieco

la sua giustizia
sarà un rapido alterco

la notte è giovane
venata di follia

attenti a voi
angeli della triste via!
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)
04-02-2013 Redazione Oceano Lirica che da notevoli spunti di riflessione, intensa, difficile.
Anche i supereroi sono uomini accecati dal delirio di onnipotenza dell’angelo vendicatore?

Pubblicata il 30-01-2013

Conferita menzione del giorno

Numero visite: 565


Commento dell'autore