L'Angelo che non c'è

Un viale non è una montagna. 
Ti liscia la pelle, ti lascia. 
Ti sgretola il percorso della 
vecchiaia e ti credi ancora in vita.
E pergamene scritte ti leggi, scavalcando 
la pazzia per superare le ore che mancano alla morte.

Ho perso mio figlio tanti anni fa, senza nemmeno il suo addio.
Aspetto per questa notte intera il suo, ciao mamma.
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)
02-08-2014 Gori Lucilla ci ritroveremo ...
30-07-2014 Redazione Oceano Un addio senza parole, il mai conforto e la follia dell’autrice per la lunga attesa.
Percorrendo quel viale, in cima alla montagna, vedrà l’attesa riposare.

Elenco opere (*)commenti

Pubblicata il 26-07-2014

Numero visite: 1120


Commento dell'autore