Ultimo valico

Lo sguardo induce
Sull’ultimo valico
tempesta affannosa del cuore.
Su di una schiera di pensieri
il mio corpo e tutt’intorno
un attimo
sosta.
Funambola deviazione
di sottili decisioni
che si mischiano
a quel filo ricurvo 
dei monti stagliati all’orizzonte,
spettatori inerti.
Tentennamenti impercettibili
Del capo chinato;
giusto il tempo di un respiro,
quanto basta
a riacciuffare l’impulso alla meta
a continuare
a superare
e poi
arrivare.
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)
29-05-2015 Redazione Oceano A volte i versi sono talmente intensi che rubano l’impeto e le parole. A volte la sintonia che avvolge la poesia e il verso al successivo, è estasi e percezione. La tua lirica è tutto questo; è il contatto con lo sguardo e i sensi che smaniosi cercano con te la strada e, nel “… riacciuffare l’impulso alla meta …” , invogliano ad afferrare quell’attimo di respiro che cinge la forza e fa librare per “ … continuare a superare e poi arrivare…”.

Pubblicata il 25-05-2015

Numero visite: 597


Commento dell'autore