Dono

Delicato e fragile
sempre a un passo dall'infausto
sempre in cerca di quel raggio
anche a costo di bruciarsi.
Greve se pur gracile
s'appresta a scalar montagne.
Vellutato in ogni spora
dona all'iride ogni sorta di colore.

Datti tregua
riposa la tua chioma
appartieni al mondo
non atteggiarti a Dio 
quella foglia non protegge l'infinito.

Ora scendimi dal cuore
le spore han generato spine
per proteggere il fiore.
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)
30-01-2015 Redazione Oceano Anacenosi, ricerca, ineluttabilità: epifonema nella metafora.

Elenco opere (*)commenti

Pubblicata il 26-01-2015

Numero visite: 1021


Commento dell'autore