A te che amo tacendo

Amo te perché sai piangere
Dentro e fuori,
Perché sei un sogno 
Che non muore all'alba
E un pensiero che non si scalda 
Solo a meridione.
Sei un inquieto sospiro 
Al rosso del crepuscolo, 
E una frenesia audace nell’oscurità,
Prima che giunga il sonno.
Ti amo perché sai sorridere,
Eclissato nel silenzio
Dei tuoi giorni.
Tu sei potente e sei tenue,
Solitario nell’eremo 
Che attorno a te hai costruito
E la mia presenza verso te,
È silente e assidua
Come un’ombra che non chiede e ama.
Me ne sto ad adorarti,
Mentre la notte si consuma
Sul tuo volto, 
Che non vedo ma sfioro,
Con un bacio e una preghiera.
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)
20-06-2015 Redazione Oceano L’amore, pura essenza dell’anima, spande nella tua poesia come l’alba e il tramonto, la forza e la quiete, il giorno e la notte. Nei colori e nei pensieri, sia ombra o silenzio, l’amore è presenza viva che noi possiamo assaporare con le tue parole sino a sfioralo percependone l’intensità.

Pubblicata il 13-06-2015

Numero visite: 630


Commento dell'autore