Conchiglia

Lì distesa
su un tappeto di polvere di stelle
come una dolce sirena,
raggiante splendi.
Mentre guardo dell’orizzonte l’incanto
come un gioco, che mi appare eterno,
nel silenzio canti
immersa in un paradiso infinito.
In un attimo mi sorridi
e in te ascolto il mare.
Nelle mie mani adesso riluci
i miei sogni e le mie speranze culli.
Scrigno di ricordi sei!
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)
12-06-2015 Vieni Rita E il rumore di onde che plasmano soavi le dolci rive e lambiscono i contorni frastagliati di sogni e voci rinchiusi dentro conchiglie a dimora del tempo e di mani speranzose. Rimembro e amo il tempo fuggito ora scorto tra righe in versi!

Pubblicata il 08-06-2015

Numero visite: 843


Commento dell'autore