Ciò che Caino non sa

image

Ciò che Caino non sa è un gruppo del social network Facebook nato nel novembre del 2013 per dare voce alle problematiche che attanagliano il poliedrico universo femminile, sotto l’onda emotiva della giornata indetta dall’Unesco – 25 novembre – per sensibilizzare verso la violenza di genere. Ideato da Maria Teresa Infante e da lei amministrato insieme ai poeti Vittoria Nenzi, Massimo Massa, Barbara Agradi, Mariarosaria Persico e Marina Grassano, vuole essere un contributo per promuovere i diritti e la libertà della donna con l’ausilio dell’Arte, in qualunque forma si esprima, che sia letteraria o figurativa.

Da subito una sezione dell’Associazione culturale l’Oceano nell’Anima, per chiunque voglia dare il suo apporto in pensieri, poesia, e altre espressioni artistiche, con le abilità e capacità che più gli appartengono o intenda anche solo manifestare la sua vicinanza con la solidarietà e comunione di pensiero, in quella che è una pagina volta a sensibilizzare le coscienze per combattere il dilagare della violenza verso le donne.

Una tematica quindi che comprende molteplici problematiche, ataviche e pur sempre attuali, in tutta la drammaticità in cui si presentano ed evolvono nel corso del cammino umano. Obiettivo è parlarne sempre affinché si educhi al rispetto reciproco senza distinzione di sesso, di etnie, di religione. Il primo passo verso una società civile è il rispetto e la tutela della donna, prerogativa senza la quale non potremmo mai considerarci evoluti culturalmente.


La salvezza del mondo è nell’elevazione della donna. Se non elevate la donna, o se lei non eleva se stessa, non si avrà la salvezza”.

Peter Deunov


Il concetto universale di armonia è muoverci insieme all'unisono con il tutto.

Parallelamente all’evoluzione naturale del gruppo, dovuto alle sinergie di pensiero dei membri, per non disperdere quanto è stato detto e trattato nel corso dei primi mesi, nasce l’idea di un’Antologia poetica e letteraria che ne comprenda il percorso comune. Ideatrice dell’iniziativa, curatrice e interprete del messaggio contenutistico dell’opera, Maria Teresa Infante che ha creduto in questo progetto di divulgazione e simbiosi di Pensiero, che ha visto nella Parola il mezzo per abbattere il muro del silenzio e dell’indifferenza. Il coordinamento autori per la lavorazione dei primi due volumi, affidato al poeta Donato Mancini mentre l’intero coordinamento grafico e di copertina è del poeta Massimo Massa.

Il progetto nasce già in partenza come una trilogia e sarà pubblicato un volume ogni anno nel mese di novembre, in concomitanza al pensiero Unesco. Il contenuto di ogni libro è suddiviso in 4 sezioni per meglio armonizzare la grande mole di elaborati pervenuti da parte degli autori partecipanti. Un grazie a tutti coloro che hanno aderito al progetto e ci hanno seguito in questi tre anni di crescita personale e collettiva, colmando d’eco il baratro dell’indifferenza. Un ringraziamento speciale all’artista Enrico Frusciante le cui opere – appartenenti alla serie “Oltre” dedicata alle donne, contro la violenza di genere – sono rappresentate nell’ immagine di copertina dell’intera trilogia e donate dallo Stesso all’ideatrice Maria Teresa Infante.

Maria Teresa Infante

Gli amministratori del gruppo

  • image   image
    M.Teresa Infante   Vittoria Nenzi
    image   image
    Massimo Massa   Barbara Agradi
    image   image
    Marina Grassano   Mariarosaria Persico


La trilogia

cliccare sull'icona del libro per maggiori informazioni

    image   image   image  
    La tela di Penelope   Odi et amo   Amore e Psiche


Contatti

mail: ciochecainononsa@gmail.com



Realizzazione editoriale Vol. I - II

editing: Maria Teresa Infante
grafica: Massimo Massa
coord. autori: Donato Mancini
editore: La lettera scarlatta

Realizzazione editoriale Vol. III

editing: Maria Teresa Infante
grafica: Massimo Massa
editore: L'Oceano nell'Anima Edizioni