Descrizione di un attimo

Osservavo il cielo in tutta la sua incommensurabile bellezza, immergendomi in esso con lo sguardo. I miei
occhi avvertivano un piacere indescrivibile, una calma, a dir il vero, inconsueta.
Guardai un gabbiano che, improvvisamente si allontanava lungo l'orizzonte con le sue imponenti ali. Delle
rondini si affiancavano le une alle altre, inseguendosi con furiosa apparenza, quasi a far gara tra di loro.
Ero completamente immerso nel silenzio, un leggero alito di vento, alle volte, mi accarezzava il viso.
Osservavo, ancora, il mare oscillare lentamente, i marosi sfioravano le rocce accarezzandole; i loro
incessanti movimenti mi incitavano nel voler immergermi nelle meravigliose acque.

I pensieri, le mie inspiegabili paure svanivano momentaneamente, per far spazio alle mie improvvise emozioni.
Mi sentivo in paradiso, sì. Ero in un meraviglioso viaggio.
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)
19-10-2012 Infante Maria Teresa la semplice e stupenda freschezza dei tuoi giovani anni con una grande anima..!
13-09-2012 Massa V. Massimo Uno scrittore... un poeta... scrive secondo ispirazione, narrando quello che sente e vive... e meglio non potevi fare, hai dipinto uno scenario con tutte le sue meravigle, un spettacolo della natura che infonde calore ed armonia ai cuori sensibili... sei sulla buona strada... rivedi un po' la punteggiatura... da più enfasi al contesto

Pubblicata il 13-09-2012

Numero visite: 721


Commento dell'autore