La nostra età

L'odore di terra
dove la pioggia
posata
l'ha dissetata,
col sole appena giunto
escono dalle dimore gli uccelli
pettegolando
al cielo ora azzurro,
le piante come giovani
sorridenti
si lasciano accarezzare dal venuto calore,
terra...
Terra come madre
che il figlio smarrito
ne calpesta i seni,
terra non territorio,
nazione...
Ti pongono bandiere,
inni,
marce di soldati,
mura,
bombe...
Quale casa viene cosi' martoriata,
quale madre
si deve lasciare
perche' l'uomo
avido troneggia ponendo cancelli invalicabili...
Terra,
mare,
foreste,
occhi che ci guardate
qual'e' il vostro tempo
e' quella la nostra eta'
nei solchi ci sono i semi
per quanto ancora ci darete frutti...
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)

Pubblicata il 14-08-2013

Numero visite: 687


Commento dell'autore

un omaggio alla terra