Salvifica fuga

Combattei l'avverso destino 
con la sola forza delle mie speranze 
confortai la solitudine 
con l'abbraccio di dimenticati sorrisi 
convinsi le stelle a dimenticare il loro splendore 
condannai le paure a scavare negli 
inesplorati e profondi abissi dei miei occhi 
Graffiai lo specchio che offese le mie certezze
accartocciai il silenzio che assecondò l'ignara follia 
gridai contro l'inarrestabile onda pronta a sommergermi 
abbandonai l'effimero orgoglio su irraggiungibili isole 
preservai l'innocenza dei mie anni dall'eco di languide passioni 
cullai il lamento del sogno rinunciando alla complice indifferenza 
e per non soccombere nell'indissolubile grigiore dei giorni 
cantai in segreti versi le impetuose tempeste 
che coraggiosamente superai 
per iniziare da te, con te 
la salvifica fuga...
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)
23-11-2013 Tagliani Caterina Un vero canto di dolore da chi ha combattuto contro ogni avversità aggrappandosi a tutto per non..soccombere e iniziare una fuga di speranza

Pubblicata il 09-11-2013

Conferita menzione del giorno

Numero visite: 1052


Commento dell'autore