Mi racconto

Ricciolo d’epoca arroncigliato
in processioni di sospiri.
Pitturava idee,
fole, fiorite case
terribili e mute.

E lui passava inciampando
ne l’ombre mie
scampoli ripudiati
vuoto amico
cullava
giorni leggendo

Mi attendo
respirar grano
e fiori di melograni fra i capelli
agghindata marionetta.
Illusa piango.

Mi scrive l’anima
beffardo il tempo
E, ride...
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)

Elenco opere (*)commenti

Pubblicata il 12-09-2012

Numero visite: 827


Commento dell'autore