Tre bambole

Corri Mary, corri.
La tua bambola è ferma,
sotto macerie ebree si nasconde,
ma tu corri, corri più che puoi,
corri più dei boati;
non ti voltare, lei ti aspetterà.
Corri Kim, corri.
La tua bambola è ferma nel napalm
e tu, nuda, ti senti bruciare.
Lei non brucerà, ti aspetterà,
ma non voltarti, non fermarti;
corri, corri più del vento.
Corri Yasmeen, corri.
La tua bambola è ferma a Ghouta,
ma tu corri, non fermarti.
Corri più dei piombo; lei ti aspetterà.
Correte innocenti creature,
correte più veloci della malvagia,
correte otre i confini della brutalità
e create con la terra della speranza
tre bambole nuove
e un nuovo sogno di giusta puerizia.
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)
09-10-2016 Redazione Oceano Il dolore lancinante della guerra, di tutte le guerre, attraverso l’esperienza di tre bambine e delle loro bambole, inghiottite da bombe e fuoco. E la speranza di un futuro più giusto, dove avere nuove bambole da far crescere in pace.

Pubblicata il 07-10-2016

Numero visite: 903


Commento dell'autore