Me ne sto in un angolo

Me ne sto in un angolo
lontano dai riflettori
che illuminano tutto e tutti 
ma non me . 

Falsi dei si muovono 
sul palcoscenico della vita
indicando una via da seguire 
che non è la mia.

Scelgo l’oscurita’ della verita’,
che porta alla luce vera ,
quella lontana dai frastuoni
quella dei silenzi che urlano.

Scelgo, 
si scelgo, 
scelgo di aver
un cuor di bambino
in un corpo di adulto.

Scelgo di emozionarmi
e di piangere
di stare male e di morire
a testa alta
guardando il sole.
data autore commento (si può commentare solo se si è loggati)
23-07-2014 Redazione Oceano Alle tante maschere di un mondo effimero e vanitoso, la scelta non semplice e forse sofferta, di chi non si conforma all’attuale visione e azione.
La svolta è per un quieto vivere e per una verità a bandiera.

Pubblicata il 20-07-2014

Numero visite: 802


Commento dell'autore

E' facile essere abbagliati
dalle luci della felicità
immediata ed effimera.

Soprattutto quando sei
introverso e fragile.
Il protagonista prende una
decisione. Decide di essere
quello che vuole essere e
di seguire la strada più
dura , di non lasciarsi
corrompere.

Sceglie di avere un cuore
da bambino in un cuore
di adulto. Di non aver paura
di mostrarsi per quello che è.
Sceglie di non avere
maschere e di vivere
la vita a viso aperto.
Scelta durissima in mondo
di falsi profeti
e di maschere senza volto.