“Io vi sento” di M. Teresa Infante

Il 27 luglio al FilmFest Guerre & Pace

Diventa un cortometraggio la lirica di Maria Teresa Infante Io vi sento inserita nella raccolta poetica Il Viaggio, Oceano Edizioni pubblicata nel 2016.
La poesia, in memoria delle vittime dell’olocausto, che già vanta numerosi riconoscimenti, ha suscitato l’attenzione dell’attore teatrale Edoardo Claudio Olivieri (E.C.O.) nonché doppiatore, presentatore, autore, accademico e presidente onorario di WikiPoesia voce istituzionale di WikiSolidarietà, direttore artistico di WikiPoesia, di Poeti per la Pace e del Premio Nazionale di Filosofia Alla ricerca dell’Anima.
Io vi sento, con versi di grande suggestione che testimoniano l’orrore di un dramma indimenticabile della storia recente, è stata selezionata tra i sette cortometraggi finalisti della XIX edizione di Guerre & Pace FilmFest che si terrà presso la suggestiva cornice di Forte Sangallo a Nettuno dal 26 luglio al 1 agosto 2021.




Ogni anno Guerre & Pace FilmFest propone un tema diverso, un filo conduttore a cui attenersi per intraprendere un viaggio all’interno della cinematografia che tratta tematiche di rilievo e sappia essere oggetto di dialogo e riflessioni. Memorie di guerra è il tema dell’edizione 2021.
I sette cortometraggi finalisti, diversi per stile e ambientazione, saranno presentati ogni sera, prima della proiezione del film, ingresso libero fino a esaurimento posti.
Io vi sento è stato girato a Milano nel mese di marzo 2021 ed è frutto di un armonico lavoro di squadra di cui elenchiamo il cast: testo di Maria Teresa Infante, scrittrice, poeta; fotografia e regia di Emanuele d’Amato; attore, voice over Edoardo Claudio Olivieri; musiche (e comparsa musicista nel cortometraggio) Bruno Tripoli; make-up Artist - Giorgia di Guardo / Produzione - Barbabietola SRL; montaggio - fonica Giulio Nicolosi.

La data di proiezione per Io vi sento è il 27 luglio alla presenza di vari membri del cast. In attesa di conoscere il vincitore “abbiamo già vinto” – ha dichiarato la Infante – in quanto veicolare il messaggio della lirica a una così folta platea è non solo un onore ma occasione per scuotere le coscienze e ricordare le nefandezze di cui l’uomo è capace di macchiarsi quando si allontana dal senso ultimo dell’esistenza terrena, strettamente correlata al percorso spirituale. Abbiamo bisogno di ritrovarci e “imparare” l’amore, troppo spesso dimenticato.

Intanto giunge la notizia di essere rientrati come finalisti anche alla VIII edizione di Lavori in corto – Restiamo umani 2021

Posted

06 Jul 2021

Eventi e spettacoli

Redazione



Foto dal web





Programmi in tv oggi
guarda tutti i programmi tv suprogrammi-tv.eu
Ascolta la radio
Rassegna stampa