La musica si può fare solo in un modo… insieme!

Sannicandro di Bari. Grande successo alla I edizione del PREMIO EZIO BOSSO

.
I vincitori del Primo Premio Assoluto nelle varie categorie

Hanno talento e sono determinati i giovani pianisti che si sono esibiti sabato 19 e domenica 20 marzo nella suggestiva Sala delle Scuderie del Castello Normanno-Svevo di Sannicandro di Bari, fiorente cittadina agricola ricca di storia medioevale, situata a pochi chilometri dal capoluogo pugliese. Grandi emozioni, suoni e melodie armoniose vibrate dalle corde del pianoforte che si erge imponente sul palco alla vista dei presenti. Le loro dita danzano, si muovono agili e fluide in movimenti aggraziati, a volte anche impetuosi. Arrivano in tanti dalla Puglia, dalla Basilicata e dall’Abruzzo, per concorrere al neo Premio di esecuzione pianistica Ezio Bosso, una vita per la musica.

Ezio Bosso è stato e resta uno dei più grandi musicisti del nostro tempo, un intellettuale innovatore e promotore dell’arte del pianoforte. Proprio per i forti valori che ha saputo trasmettere, il Premio pianistico organizzato dall’Accademia delle Arti e delle Scienze Filosofiche di Bari, ne porta il nome. Un tributo alla sua memoria, al direttore d’orchestra, all’uomo dal grande carisma e fascino magnetico, impetuoso, idealista, appassionato, seducente nel portare avanti un’idea tutta sua della musica e dell’essere musicisti, rigorosamente determinato anche durante la solitudine e lo sconforto della malattia.

– È stata una sana competizione, di alto livello – sostiene Massimo Massa, Presidente e ideatore del Premio – davvero tutti molto bravi; è difficile dire chi sia stato il migliore. Ogni pianista è diverso e ha qualità differenti. Un compito arduo per la Commissione, presieduta da Annarosa Partipilo, che si è confrontata a lungo con i membri di Commissione prima di definire le classifiche finali con i relativi punteggi, a dimostrazione della serietà di questo progetto artistico.

Il Premio Bosso è un’occasione di confronto tra giovani talenti – afferma la Partipilo – un mettersi in gioco, un’esperienza che consentirà loro di crescere e maturare a livello musicale. Tutti i ragazzi hanno dato il meglio con prestazioni di alto livello, dal più piccolo al più grande, tutti molto concentrati, anche se i loro sguardi hanno rivelato la giusta tensione di chi non ha raggiunto ancora la maggiore età.

.
La Commissione del Premio

La Sala delle Scuderie, che ha ospitato questo importante appuntamento, era gremita. Un pubblico attento, compiaciuto; genitori, insegnati e anche molti residenti di Sannicandro, in silenzioso ascolto, tutti incantati nell’ammirare le mani dei ragazzi che danzavano sui tasti.
Una vera meraviglia.
Grande chiusura domenica sera con il concerto finale dei vincitori assoluti e relativa premiazione. Una serata di grandi emozioni a cui ha assistito anche l’Assessore alla Cultura del Comune di Sannicandro, avv. Gianfranco Terzo.
Presente anche Laura Pavia, direttore del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Accademia, che ha introdotto la cerimonia.
Un grande evento dunque, una vetrina per la cittadina di Sannicandro, come dichiara l’Assessore Gianfranco Terzo, da sempre sensibile alla promozione della cultura e ogni forma d’arte. Un Premio che già dalla prima edizione può vantare del patrocinio morale di importanti enti istituzionali: Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari e il sostegno morale della Famiglia Bosso ed in particolare del nipote, Tommaso Bosso, amministratore del lascito intellettuale del Maestro Ezio.
Da oggi la storia dei premi pianistici si arricchisce di un nuovo nome; il Premio Bosso ha l’obiettivo di promuovere, oggi più che mai, la cultura musicale incoraggiando i giovani talenti allo studio del pianoforte, dando loro spazio e visibilità, un aiuto concreto per muovere i primi passi nella difficile carriera di musicisti, esibendosi e crescendo professionalmente, prendendo spunto dalla grande vitalità del Maestro Bosso.

Vincitori assoluti della categoria A) le piccole Francesca Merlini e Rebecca Di Comite entrambe di Bari. Nella categoria B) spiccano Alessandra Merlini di Bari e Miriam Daloiso di Margherita di Savoia (BT). Per la categoria C) premiato con l’assoluto Marco De Serio di Bari.
Nella categoria E) Davide Florin Blackburn di Bari e Camilla Giulia Silos di Foggia. Nella F), la categoria dei più grandi, il primo premio assoluto è stato assegnato a Di Noia Michela di Torremaggiore (FG) e Garripoli Antonio di Potenza. A loro anche una borsa di studio messa a disposizione dall’Accademia. Due veri talenti, dotati di grande tecnica e notevole tensione interpretativa.

Posted

31 Mar 2022

Comunicati stampa

Redazione



Foto Accademia delle Arti e delle Scienze Filosofiche





Programmi in tv oggi
guarda tutti i programmi tv suprogrammi-tv.eu
Ascolta la radio
Rassegna stampa