Presentato a Rodi Garganico Lo Specchio del Sole – Quadri viventi

di Antonio Daddario

Il 7 agosto 2021, in anteprima a Rodi Garganico, fervente località turistica del promontorio del Gargano, si è svolta la presentazione del volume Lo Specchio del sole – Quadri viventi di Antonio Daddario, Presidente del Premio Letterario Nazionale “Nicola Zingarelli”, fiore all’occhiello della Capitanata la cui eco si è estesa, da anni, su tutto il territorio nazionale. L’evento è stato patrocinato dalla Pro Loco di Rodi Garganico e di Cerignola, dell’Associazione Culturale “Motus”, Da “I Presidi del Libro” (Foggia) e dal Premio Letterario Nazionale “N. Zingarelli”.

Il volume, edito da Oceano Edizioni, è successivo a varie e tante altre pubblicazioni – l’ultima ‘Sta terr de Ceregnoule, sempre Oceano Edizioni – e ci permette di conoscere le abilità letterarie camaleontiche del Nostro, alle prese con un volume diverso dai precedenti per stile e contenuti, segno della curiosa inclinazione all’esplorazione del sapere e del già sperimentato.

La serata, con inizio alle ore 20:00 in piazza Cairoli, è stata introdotta dalla Presidente della Pro Loco Rachele Petrosino – attenta e attiva culturalmente sul territorio – seguita dai saluti ai presenti di Antonio Daddario che ha ringraziato per l’ospitalità il Sindaco Carmine d’Anelli e il Vice Sindaco Giuseppe Ventrella.

Nella duplice veste di relatrice e editrice, Maria Teresa Infante ha condotto l’intervista e ha evidenziato le peculiarità intrinseche dei testi – il libro è infatti suddiviso in tre sezioni, distinte per elaborati – senza tralasciare di delineare il lato umano del Nostro, la sensibilità e l’attaccamento all’arte, alla cultura e alla terra natìa. “L’opera è una raccolta di pensieri, annotazioni, un diario di viaggio nel corso dell’esistenza – frutto di oculate osservazioni – e narrazioni sgorgate spontaneamente durante le soste dagli impegni, dalla frenetica attività quotidiana in cui la mente galleggia tra voli pindarici e fervida creatività espressiva…” (dalla prefazione di Maria Teresa Infante)

Così il Presidente Daddario motiva la scelta del titolo della sua ultima creatura letteraria:
“Rodi Garganico è posta su un piccolo rilievo e non si può evitare di ammirare il mare che, visto dall’alto e in alcune ore precedenti il tramonto, riflette i raggi luminosi del sole. Tanto è notevole il riflesso che la vista deve essere protetta per continuarne la visione. Il mare di Rodi, quindi, è lo “specchio del sole” che in quanto tale contiene i raggi della vita. Lo specchio del sole è anche la luna che per natura riflettendo i raggi luminosi è sinonimo da sempre di cassaforte di sogni d’amore. I riflessi dello specchio del mare non vanno però confusi con quelli del lago che riflettono l’immagine bellissima di Narciso. “Riflettere” in questo libro significa soffermarsi col pensiero. Anche il sottotitolo Quadri Viventi acquista allora il suo significato. Come nei quadri il pittore non sempre riesce a dare totalmente il senso della sua comunicazione, analogamente in questi racconti manca qualche pennellata che determinerebbe la perfezione, ma sono proprio queste pennellate mancanti che danno lo spunto al lettore per sviluppare la sua intuizione e scoprirne il segreto. Anche il poeta Giuseppe Ungaretti in un’intervista rilasciata il 1961 disse che ogni poesia contiene un segreto.”

Posted

07 Sep 2021

Incontri ed interviste d'autore

Redazione



Foto di Antonio Daddario





Programmi in tv oggi
guarda tutti i programmi tv suprogrammi-tv.eu
Ascolta la radio
Rassegna stampa