Tributo a Maria Teresa Infante di Mauro Montacchiesi

La poliedrica Artista da sempre impegnata contro la violenza e la violazione dei diritti

Pugliese D.O.C., ricopre ruoli organizzativi e di vertice in diverse realtà accademico-culturali. È prolifica poetessa, ad oggi alla sua nona silloge poetica, autrice di due testi di narrativa, ideatrice e/o curatrice di nove antologie poetiche, nonché collaboratrice di vari blog giornalistici.
Vincitrice di molti Premi di poesia, narrativa e giornalismo.
Parliamo di Maria Teresa Infante, per la quale Mauro Montacchiesi ha realizzato una monografia, un tributo alla poliedrica Artista da sempre impegnata contro la violenza e la violazione dei diritti, straordinaria e insaziabile lettrice di libri, che trae spunto per la sua scrittura dallo studio della filosofia.


Ci siamo conosciuti in una manifestazione dell’Universum Academy Switzerland, a Lugano – afferma l’Autore nella sua introduzione al libro.
Da allora ne è nato uno straordinario sodalizio umano e culturale che, ogni giorno di più, si consolida in virtù di un costante accrescimento della reciproca stima e della condivisione di comuni valori umani, etici e culturali.
Dal punto di vista culturale, sono rimasto, e sempre rimango, ammaliato dalla sua profonda estetica umanistica.
Leggere la sua narrativa, le sue poesie, mi ha sempre affascinato e irresistibilmente stimolato a scrivere apertamente ciò che percepivo dalle sue opere.
Così, nel tempo, mi sono reso conto che avevo scritto abbastanza per farne una raccolta, un libro meritatamente da dedicarLe, da dedicare alla Sua sensibilissima anima.
Un umanamente prezioso sigillo alla nostra Amicizia, di cui, dobbiamo ringraziare una divinità: la Cultura.


L’amore è centrale nella sua estetica esistenziale, di conseguenza in quella della sua poetica. L’amore che determina l’atteggiamento dell’essere umano, plasmandolo fino a una distinta analisi dell’universo. Il sentimento inderogabile per sentirsi vivi, per incedere verso un’esistenza migliore.
L’amore che non si identifica esclusivamente in ciò che mette insieme, fondendole, due anime, bensì che è addirittura un pathos rigurgitante di lirismo per l’esistenza, per l’ambiente prossimo.
Ogni cosa trova origine all’interno dell’essere umano, dalla sua anima. Da quello spazio in cui zampilla la sorgente della devozione e della contiguità con l’Universo. Da quel segmento dell’anima in cui si prende coscienza, senza soluzione di continuità, dell’istanza di appartenere al mondo esterno, in euritmica connessione con la sinfonia dell’universo, in cui rilevare tutta la gradevolezza e tutto l’incanto di un Amore altissimo, dell’Altissimo.

Posted

23 Sep 2022

Pubblicazioni Oceano Edizioni

Redazione



Foto di Mauro Montacchiesi





Programmi in tv oggi
guarda tutti i programmi tv suprogrammi-tv.eu
Ascolta la radio
Rassegna stampa