Buona anche la quinta

Un lustro di edizioni, cinque anni di successi e di consensi. Un Premio giovane che ha saputo conquistare in pochi anni un posto di rilievo nel panorama letterario italiano ed internazionale

IN FOTO: Il senato Accademico Massimo Massa, Maria Teresa Infante, Pasquale Panella, Duilio Paiano Laura Pavia, Gilberto Vergoni, Barbara Agradi

La prestigiosa Sala delle Scuderie del Castello Normanno-Svevo di Sannicandro di Bari si è offerta come contenitore privilegiato per la cerimonia conclusiva della V edizione del Premio Accademico Internazionale di Letteratura Contemporanea intitolato a Lucius Annaeus Seneca. La cultura, insomma, è entrata nella storia arricchendola attraverso tutti i fermenti che la cerimonia è riuscita a elargire agli intervenuti.
Organizzato per la prima volta sotto l’egida della neonata (aprile 2021) Accademia delle Arti e delle Scienze Filosofiche, anche quest’anno il Premio è stato prodigo di emozioni e suggestioni che l’hanno reso spettacolarmente godibilissimo e intenso dal punto di vista contenutistico per il valore delle opere pervenute e premiate, oltre che per la sapiente “cornice” musicale e scenografica predisposta per la circostanza.

Il valore aggiunto della manifestazione è stato rappresentato dalle personalità di assoluto rilievo scientifico e professionale destinatarie dei Premi alla Carriera: il giurista, scrittore e poeta prof. Corrado Calabrò; lo scienziato, medico e ricercatore prof. Antonio Moschetta; la giornalista del Resto del Carlino dott.ssa Elide Giordani. A loro sono stati assegnati, rispettivamente, il Seneca di Bronzo, il Premio Auriga e il Premio Minerva, plasticamente rappresentati da opere del noto scultore pugliese Dino Bilancia.
Il “cursus honorum” di ciascuno è stato affidato a un accattivante trailer di presentazione, oltre che a una sintetica intervista cui si sono amabilmente sottoposti, offrendo considerazioni sui propri ambiti di competenza. Il prof. Calabrò - magistrato che ha attraversato con incarichi di grande responsabilità la storia della nostra Repubblica ma è anche affermato scrittore e poeta che vanta pubblicazioni diffuse e tradotte in tutto il mondo - si è intrattenuto, ammaliando il pubblico presente, sull’intrigante aspetto dei “saperi contaminati”, una specificità della cultura che viene da lontano (Dante docet...) ma che negli anni più recenti ha recuperato smalto, estimatori e interessi.


.
Il prof. Moschetta, docente di Medicina interna all’Università di Bari, ha illustrato gli esiti dei suoi studi relativi agli effetti benefici dell’olio d’oliva sulla salute dell’uomo, esaltato l’importanza del fegato che ha definito “organo chiave per il benessere dell’intero organismo”, incoraggiato ad affidarsi alla dieta mediterranea per un regime alimentare particolarmente equilibrato e sano.
Infine, la giornalista e scrittrice Elide Giordani è stata sollecitata a qualche riflessione sulla necessità, oggi più che mai, di un’informazione di qualità, illustrandone alcune delle peculiarità irrinunciabili. Qualche considerazione anche sulla libertà di stampa che vede l’Italia collocata al 42^ posto nel mondo e sopravanzata da altri Paesi nella stessa Europa. La Giordani, membro del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, ha denunciato come il non esaltante risultato risenta delle minacce attive e dei condizionamenti operati dalla mafia e dal crimine organizzato nei confronti di giornalisti e della stampa in genere.
I tre premiati “alla carriera” sono stati anche proclamati Accademici ad Honorem dell’A.S.F. unitamente al prof. Stefano Bronzini, Rettore dell’Università di Bari, intervenuto compiacendosi per il nuovo progetto e dichiaratosi disponibile, sul piano personale e istituzionale, ad ogni eventuale futura collaborazione nel segno della cultura promossa dall’organismo di cui è stato chiamato a far parte. Uguale riconoscimento è stato concesso al già citato scultore Dino Bilancia.
La cronaca essenziale della manifestazione ha registrato una fase d’apertura con l’intervento del presidente del Premio Seneca, dott. Massimo Massa, dichiaratosi soddisfatto per la cospicua partecipazione alle diverse sezioni in cui il Premio stesso è articolato: circa 1.300 opere pervenute da ogni regione d’Italia e anche da numerosi Paesi esteri. È il segnale più eloquente dell’interesse che l’iniziativa riscuote. Massa ha illustrato anche il ruolo e gli scopi della neonata Accademia delle Arti e delle Scienze Filosofiche e presentato i sette componenti del Senato Accademico, a ciascuno dei quali sono state affidate competenze specifiche: il Rettore prof. Pasquale Panella; i senatori Barbara Agradi, Maria Teresa Infante, Laura Pavia, Gilberto Vergoni, Duilio Paiano e lo stesso Massimo Massa.


IN FOTO: : Il Sindaco di Sannicandro di Bari, ing. Giuseppe Giannone e l’avv. Gianfranco Terzo, Ass.re al Patrimonio, alla Pubblica Istruzione e alle Politiche per l’Infanzia


Dopo i brevi saluti istituzionali del sindaco di Sannicandro di Bari, ing. Giuseppe Giannone, e dell’assessore avv. Gianfranco Terzo, ha avuto inizio la manifestazione vera e propria con la conduzione sobria e sicura di Maria Teresa Infante, direttore artistico del Premio, in grado di districarsi con abilità e disinvoltura tra le insidie delle innumerevoli articolazioni del programma.
Un programma abilmente allestito che ha alternato momenti di riflessione a spazi dedicati allo spettacolo più raffinato con protagonisti il violinista Pierluigi Di Cosola, i pianisti Annarosa Partipilo, Francesco Baccellieri e Luca Massa, la cantante lirica-pop Francesca Gangi. La premiazione degli autori vincitori è stata seguita dalla lettura di brani ad opera della brava e sensibile attrice teatrale Rosa D’Onofrio.
Quindi, chiusura in tono festoso, con la rituale foto di gruppo e Massimo Massa che ha ringraziato gli intervenuti e i preziosi collaboratori (Nastasia Mondino “uber alles”) che hanno consentito la riuscita della manifestazione. Salutando tutti dando appuntamento al prossimo anno e promettendo (quasi un giuramento…) che si riuscirà a fare ancora meglio!



IN FOTO: Parte della Commissione presieduta dal prof. Pasquale Panella



Posted

13 Oct 2021

Eventi e spettacoli

Duilio Paiano



Foto Accademia delle Arti e delle Scienze Filosofiche





Programmi in tv oggi
guarda tutti i programmi tv suprogrammi-tv.eu
Ascolta la radio
Rassegna stampa