Boccadasse

Paolo Alberto Valenti, giornalista, scrittore, narra i luoghi luoghi, gli eventi e i ricordi di un’Italia rimasta nel cuore e che ha dovuto lasciare decenni fa

Boccadasse è il quartiere di Genova dove è nato Paolo Alberto Valenti, giornalista e scrittore. Ed è proprio da quell’angolo dell’Italia che parte il viaggio narrativo, ma anche esistenziale, in cui lo spazio e il tempo non seguono i consueti canoni.
L’autore ha ripercorso il passato, cercando di ricostruire una memoria sia delle proprie vicende sia del proprio paese.







Nella nota introduttiva si legge: “Il testo è totalmente estraneo a qualunque riduzione regionalistica: per Paolo Valenti il riferimento alla terra “madre” scaturisce da ragioni squisitamente spirituali; esso è anzi prova (se ce ne fosse ancora bisogno) che la validità di una cultura – anche geograficamente definibile – risiede principalmente nel suo valore universale e quindi nella sua capacità di aderire al destino di ogni essere umano, ovunque e in ogni tempo”.
È, dunque, la storia di una famiglia da cui si dipanano diverse strade collegate sempre al loro amato paese, ossia l’Italia, che però viene da loro abbandonata.

La prima parte del volume contiene il romanzo, la seconda l’appendice con documenti, lettere, fotografie della famiglia, l’ultima intervista al poeta Giorgio Caproni e il racconto La campana del mattutino dell’amata madre, Maria Luigia Ronco. Tra le pagine, però, vi è molto di più, come scrive, difatti, il Valenti: “Ma dopo tutti questi chilometri (sempre diversi e tutti uguali) appare allo sbocco della notte qualcosa, c’è un centro e questo centro è una piazza e le piazze e le strade si rincorrono un po’ ovunque ma il viaggio, il senso del viaggio, il vero viaggio, il culmine di qualunque viaggio non è solo il viaggio in sé ma è raggiungere con una località uno scopo, qualcosa che è un terminal un assoluto, un fulcro. Forse soltanto il punctum luminoso (numinoso) delle cose mentre gli esseri dileguano come astri distanti”.





Il viaggio, che lo scrittore ha intrapreso, è stato lungo e gli auguriamo di fare ancora tanta strada. Forse, però, il suo fulcro lo ha raggiunto proprio dove vive ora e cioè a Lione, luogo di confine e di fusione dell’Europa stessa da cui ha potuto scrivere, tirando le fila di una vita.


PAOLO ALBERTO VALENTI
Nato a Genova nel 1959, è dal 1995 journalist/producer della televisione europea Euronews a Lione (Francia).
Nel 2006 ha vinto il Riconoscimento Speciale della Giuria della 41ª edizione dei Premi Saint-Vincent di giornalismo in qualità di fondatore dell’associazione di diritto francese ClubMediaItalie (già ClubMediaFrance), emanazione nell’area francofona europea della Federazione Nazionale della Stampa Italiana. Dal 2010 fa parte della Riserva Selezionata dell’Esercito Italiano. Nel 2014 ha pubblicato Tutto il fuoco del mondo (Viaggio di un riservista in Afghanistan tra fantasmi, polvere e morte), Armando Editore.

Posted

25 Nov 2021

Critica letteraria

Manuela Mazzola



Foto di Paolo Alberto Valenti





Programmi in tv oggi
guarda tutti i programmi tv suprogrammi-tv.eu
Ascolta la radio
Rassegna stampa