George Onsy: Quando scrivo in italiano

Cicerone tra Giulio Cesare e Mussolini

George Onsy affermato poeta, scrittore e artista egiziano, è nato al Cairo il 21 dicembre 1953. Docente di inglese tecnico e storia dell'arte e di architettura presso l'Università egiziana russa del Cairo, è membro del consiglio di amministrazione di MRA / IofC-Egypt, Moral Rearmament / Initiatives for Change Association, dove collabora con il suo sistema di visualizzazione per analizzare problemi di elevata complessità.
A tal proposito tiene numerose conferenze a livello internazionale sul suo messaggio filosofico e spirituale, applicando la sua lunga esperienza acquisita in diverse aree di attività, tra le quali produzione di supporti per la composizione musicale, pubblicità e sviluppo del sistema educativo, finalizzate a diffondere la pace nel mondo e la solidarietà; umana, soprattutto attraverso AWAKENING- صحوة, un forum internazionale arabo per discutere, analizzare e affrontare la crisi del mondo arabo e le sfide a livello internazionale.
E' anche membro della giuria di WUP, della direzione internazionale dell’Unione Mondiale dei Poeti e del consiglio di amministrazione della American International Cultural Foundation Feeling International.
Nel 2016, al Festival Ghana, è stato anche premiato dall'organizzazione internazionale, Pentasi B World Friendship Poetry, per le sue opere artistiche e per le sue poesie, molte delle quali sono state pubblicate in diverse antologie internazionali di poesia e pubblicati mensilmente su siti Web.

“Historia vero testis temporum, lux veritas ...”.
Sè, caro Cicerone, sono le tue parole :
“La storia è testimonianza del passato, luce di verità”.
Vedi come il tuo Cesare ha deciso
di varcare ogni Rubicone!
La testa imbalsamata di Pompeo gli è stata presentata
con un sorriso eterno e indimenticabile perchè
secoli dopo egli sarà il modello del dittatore di Shakespeare
pochi anni, la vittima per il pugnale d’un amico.
Ah, potere ... potere, che maledetto sogno !
Caro Cicerone, racconta questa tua lezione della storia
A Mussolini che la grandezza d’Italia ha condannato !


GeorgeOnsy-Egypt@copyright2019


L'immagine realizzata da George Onsy mostra da sinistra a destra:


1- Benito Mussolini alle porte di Tripoli (Libia), il 20 marzo 1937, innalza la spada, la cui elsa è in oro massiccio, prima di entrare in città alla testa di 2.600 cavalieri.
2- Un francobollo con le parole: "Due popoli, una guerra". Francobollo da 10 c. in celebrazione dell'Asse italo-tedesco (1941).


3-
I corpi di Mussolini (secondo da sinistra) e di Claretta Petacci (riconoscibile dalla gonna) esposti a Piazzale Loreto; il primo corpo a sinistra è di Bombacci; gli ultimi a destra sono Pavolini e Starace.
4- “Varcare il Rubicone" da Jacob Abbott (1803-1879). History of Julius Caesar.
5- Statua di Cicerone da Sandro Vallocchia. E una delle statue che adornano la facciata del Palazzo di Giustizia che si affaccia sul Tevere.

Informazioni importanti


Marco Tullio Cicerone
Uomo politico che in età cesariana ebbe grande importanza, superata solo da quella di oratore e maestro d'oratoria. Scrisse anche di etica, politica e religione. Il suo stile è divenuto un modello nella lingua letteraria latina.


Gaio Giulio Cesare
(Roma, 13 luglio è stato un militare, console, dittatore, pontefice massimo, oratore e scrittore romano, considerato uno dei personaggi più importanti e influenti della storia.
Ebbe un ruolo fondamentale nella transizione del sistema di governo dalla forma repubblicana a quella imperiale. Fu dittatore (dictator) di Roma alla fine del 49 a.C., nel 47 a.C., nel 46 a.C. con carica decennale e dal 44 a.C. come dittatore perpetuo, e per questo ritenuto da Svetonio il primo dei dodici Cesari, in seguito sinonimo di imperatore romano.
Con la conquista della Gallia estese il dominio della res publica romana fino all'oceano Atlantico e al Reno; portò gli eserciti romani a invadere per la prima volta la Britannia e la Germania e a combattere in Spagna, Grecia, Egitto, Ponto e Africa.


Gneo Pompeo Magno
Egli è stato un militare e politico romano, prima alleato e poi avversario di Gaio Giulio Cesare.
Abile generale e condottiero sagace ed esperto, Pompeo, originario del Piceno e figlio di Gneo Pompeo Strabone, divenne famoso fin dalla giovane età per una serie di brillanti vittorie durante la guerra civile dell'83-82 a.C. divenendo il principale luogotenente di Lucio Cornelio Silla. Negli anni seguenti divenne il personaggio politico più prestigioso e potente di Roma grazie alle sue continue vittorie contro Marco Emilio Lepido, Quinto Sertorio, gli schiavi di Spartaco, i pirati del Mediterraneo e Mitridate VI del Ponto.
Alleatosi inizialmente con Giulio Cesare e Marco Licinio Crasso nel primo triumvirato, in seguito si affiancò alla fazione repubblicana e combattè la guerra civile contro Cesare nel 49-48 a.C; sconfitto irrimediabilmente nella battaglia di Farsalo, fuggì in Egitto dove venne ucciso a tradimento.


La tragedia di Giulio Cesare da Shakespeare
Giulio Cesare (The Tragedy of Julius Caesar in inglese, La tragedia di Giulio Cesare) è una tragedia di William Shakespeare scritta probabilmente nel 1599, sebbene altri la collochino fra il 1600 e il 1601.


Benito Amilcare Andrea Mussolini
(Dovia di Predappio, 29 luglio 1883 – Giulino, 28 aprile 1945), è stato un politico, militare, giornalista e dittatore italiano. Fondatore del fascismo, fu presidente del Consiglio del Regno d'Italia dal 31 ottobre 1922 al 25 luglio 1943. Nel gennaio 1925 assunse de facto poteri dittatoriali e dal dicembre dello stesso anno acquisì il titolo di capo del governo primo ministro segretario di Stato. Dopo la guerra d'Etiopia, aggiunse al titolo di duce quello di "Fondatore dell'Impero" e divenne Primo Maresciallo dell'Impero il 30 marzo 1938. Fu capo della Repubblica Sociale Italiana dal settembre 1943 al 27 aprile 1945.

Posted

15 Oct 2019

International news

Massimo Massa



Foto di George Onsy





Programmi in tv oggi
guarda tutti i programmi tv suprogrammi-tv.eu
Ascolta la radio
Rassegna stampa